Portale tematico del Comune di Pesaro dedicato
alla verifica dell'attuazione del programma di governo (Mandato 2009 - 2014)
Consiglio comunale
mercoledì 13 dicembre 2017
pubblicata da 6 anni, il 8 giugno 2012 (venerdì) alle 19:45

Osservatorio Uil sull'Imu in 44 capoluoghi: Pesaro in fondo alla classifica

Categoria: Bilancio

Ricognizione dell’osservatorio Uil su 44 principali capoluoghi italiani: prese in esame le rendite catastali medie (A2 e A3) riferite a un immobile semicentrale di 5 vani, tenendo conto delle detrazioni per 2 figli a carico. Viene considerato quel che paga mediamente un cittadino, capoluogo per capoluogo, per la prima casa e per la seconda casa. A Pesaro il pagamento medio è di 21 euro per la prima casa (ultimo posto tra le 44 città capoluogo) e 639 euro per la seconda casa (36° posto sui 44 capoluoghi esaminati).

www.comune.pesaro.pu.it

PESARO - In occasione del consueto incontro settimanale  con i giornalisti il sindaco Luca Ceriscioli ha commentato i dati forniti dal quotidiano "La Repubblica" del 6 giugno 2012, inerenti alla ricognizione dell'osservatorio Uil sui 44 principali capoluoghi italiani in materia di Imu. Lo studio prende in esame le rendite catastali medie riferite ad un immobile semi-centrale di 5 vani e tiene conto delle detrazioni per due figli a carico. Le due classifiche elaborate dal Comune utilizzando i suddetti dati evidenziano un risultato importante: Pesaro risulta al 44° posto relativamente all'importo del pagamento dell'Imu sulla prima casa, e al 36° posto relativamente all'importo dovuto per la seconda casa.

Il sindaco ha sottolineato la natura non oggettiva delle rendite catastali come criterio per la definizione dell'imposta, indicando come soluzione per una più equa distribuzione della pressione fiscale sugli immobili, l'adozione della valutazione di mercato di questi ultimi, basata sui metri quadrati piuttosto che sul numero di vani.

Ciò che emerge, alla vigilia della prima tranche di pagamento dell'Imu, è che le entrate derivanti dall'imposta sulla prima casa risulteranno essere notevolmente esigue, tanto da determinare un “buco di bilancio” nelle casse comunali. E dalla tassazione sulla seconda casa, in luogo di un 3,8% delle entrate destinate allo stato, non si riuscirà a reperire nemmeno le risorse sufficienti per coprire l'ammanco sopracitato. Si stima pertanto che al cumulo complessivo delle risorse mancheranno all'appello circa 22 milioni di euro.

La gestione economica dovrà conseguentemente tenere conto di numerosi fattori, tra cui la possibile variazione delle aliquote da parte del governo, in base alle entrate percepite, che potrebbero comportare l'esigenza di cambiamenti delle strategie dell'amministrazione, che sembrano in ogni caso molto meno soggette a cambi improvvisi di rotta di quelle nazionali.

Intervista al sindaco Luca Ceriscioli

Pesaro 0914 luogo di partecipazione: chi volesse informazioni e/o chiarimenti in merito agli articoli pubblicati nella colonna centrale della homepage (relativi all'attuazione del programma di mandato nelle varie deleghe assegnate agli assessorati), può scrivere a pesaro0914@comune.pesaro.pu.it.



Comune di Pesaro - P .iva: 00272430414 - contatti - Copyright © 2010-2014 - credits