Portale tematico del Comune di Pesaro dedicato
alla verifica dell'attuazione del programma di governo (Mandato 2009 - 2014)
Consiglio comunale
mercoledì 13 dicembre 2017
pubblicata da 5 anni, il 28 settembre 2012 (venerdì) alle 16:40

2002-2012: un bilancio dei primi dieci anni di Marche Multiservizi

Con una tavola rotonda organizzata il 28 settembre al Teatro Rossini è stato fatto un bilancio complessivo dei dieci anni di storia del binomio Hera-Marche Multiservizi, con i vari passaggi societari e i protagonisti appartenenti alla classe politica e dirigenziale.

www.gruppomarchemultiservizi.it

PESARO - Durante la tavola rotonda il sindaco Luca Ceriscioli è intervenuto ripercorrendo gli obiettivi strategici del rapporto tra Pesaro e Hera-Marche Multiservizi, sottolineando i vantaggi portati al territorio ed elencando speranze e progetti futuri. Riportiamo una sintesi dell'intervento schematizzata per punti.

*****

Niente raccolta differenziata? Dieci anni fa  - era il 2002 - nel dibattito pubblico serpeggiava l'idea che la venuta di Hera significasse la volontà di costruire termovalorizzatori accantonando i progetti sostenibili legati alla raccolta differenziata. Il risultato è stato l'esatto opposto: niente termovalorizzatore e obiettivo del 65% di raccolta differenziata praticamente raggiunto e forse anche superato.

Solo utili e niente investimenti? Premesso che è meglio che un'azienda faccia utili piuttosto che perdite, dieci anni fa si diceva che Marche Multiservizi avrebbe fatto solo utili senza poi destinare nulla in termini di investimenti sul territorio. L'esatto contrario di ciò che è avvenuto: gli utili vengono puntualmente distribuiti tra i soci e reinvestiti in progetti, come l'aumento capillare della raccolta differenziata in molti Comuni e - facendo il caso di Pesaro - gli investimenti per la manutenzione e bonifica del sistema fognario, senza dimenticare quanto fatto a Baia Flaminia oppure il progetto di collettamento delle acque reflue (per un valore di 15 milioni di euro) sul quale stiamo lavorando da quasi due anni. Inoltre una migliore balneabilità - come nel caso di Baia Flaminia - significa maggiore attrattività turistica con i relativi benefici economici.

"Marche Multiservizi": l'obiettivo di presentare un modello alla regione. Quando è stato scelto il nome l'obiettivo era quello che poi negli anni abbiamo gradualmente perseguito, ovvero presentare un modello di municipalizzata alla regione, con l'obiettivo di non rimanere ancorati al territorio pesarese ma di espandere il modello verso sud. Il mio mandato da sindaco scadrà tra circa un anno e mezzo, e mi piacerebbe che per maggio 2014 tutto il territorio provinciale - quindi anche Fano - accettasse di far parte di questo progetto.

Ancora più investimenti sulle acque fluviali. La moderna logica ambientalista - è provato da tutte le più importanti ricerche - tende a sfruttare sempre meno per scopi domestici le acque di superficie e sempre più le acque sotterranee (è il caso dei progetti inerenti il pozzo di Sant'Anna a Fossombrone o la diga di Mercatale a Sassocorvaro...) perché più onerosi in termini economici (sono acque da potabilizzare) e più dannosi in termini ambientali (viene tolta acqua ai fiumi con i conseguenti problemi di siccità nei mesi estivi). A Pesaro ormai da anni abbiamo cominciato a considerare il fiume Foglia come parte integrante della città, realizzandoci per esempio una ciclabile e intervenendo sulla pulizia degli argini.

Energie rinnovabili e teleriscaldamento. Infine vorrei concludere il mio mandato da sindaco nel 2014 con i primi progetti attivati in tema di teleriscaldamento. Sarebbe la ciliegina sulla torta per un territorio che già tanto ha fatto nel settore delle rinnovabili.

Una definizione del ruolo delle municipalizzate. Come potrei definire il lavoro svolto da una società come Marche Multiservizi? Certamente difficile, visto che si tratta ogni giorno di tenere insieme la logica dell'investimento, corrispondendo in pieno ai bisogni della comunità in termini di servizi e aspettative.

*****

Intervista al sindaco Luca Ceriscioli registrata il 27 settembre 2012.

*****

I numeri chiave di Marche Multiservizi [anno 2011]

  • Clienti acqua (migliaia): 127
  • Acqua distribuita (milioni di metri cubi): 17,6
  • Rifiuti smaltiti (migliaia di tonnellate): 177
  • Cittadini serviti per i servizi di igiene ambientale (migliaia): 225
  • Gas distribuito (milioni di metri cubi): 170
  • Lavoratori a tempo indeterminato (unità): 534

Approfondimenti su www.gruppomarchemultiservizi.it

*****

Pesaro 0914 luogo di partecipazione: chi volesse informazioni e/o chiarimenti in merito agli articoli pubblicati nella colonna centrale della homepage (relativi all'attuazione del programma di mandato nelle varie deleghe assegnate agli assessorati), può scrivere a pesaro0914@comune.pesaro.pu.it.



Comune di Pesaro - P .iva: 00272430414 - contatti - Copyright © 2010-2014 - credits