Portale tematico del Comune di Pesaro dedicato
alla verifica dell'attuazione del programma di governo (Mandato 2009 - 2014)
Consiglio comunale
mercoledì 13 dicembre 2017
pubblicata da 5 anni, il 5 dicembre 2012 (mercoledì) alle 10:05

Il racconto della mostra itinerante su Gioachino Rossini in Argentina

Corrado Mezzolani, project manager dell'iniziativa di scambio economico e culturale tra la Regione Marche e la provincia di Santiago del Estero in Argentina, illustra il risultato della mostra itinerante su Rossini svolta negli ultimi mesi e molto apprezzata dalla comunità italiana in Argentina.

www.pesarocittadellamusica.it

SANTIAGO DEL ESTERO (ARGENTINA) - Il progetto di cooperazione e internazionalizzazione della Regione Marche, Provincia Pesaro e Urbino, Comune di Pesaro e Camera di Commercio portato avanti in questi ultimi quattro anni in Argentina, comprende anche una mostra itinerante di immagini e musica rossiniana arricchita dalle più belle foto della nostra Regione Marche anche proiettate attraverso video.

Questo progetto è iniziato nel 2009, a Las Termas de Rio Hondo, Provincia di Santiago Del Estero.

La Municipalidad, insieme alle associazioni italiane de Las Termas, hanno messo a disposizione un locale nel centro culturale dove si sono realizzati dibattiti, proiezioni di opere e tante altre iniziative collaterali alla mostra. Nel centro culturale Guemes da quattro anni il busto di Rossini intarsiato in legno e attorniato da tre manifesti raffiguranti la sua persona e il nostro territorio fa da cornice ad una bella sala del teatro.

L’idea di portare la mostra in varie città argentine coinvolgendo le associazioni marchigiane e quelle delle altre regioni d’Italia, è stata realizzata dando così il giusto rilievo al Maestro Gioachino Rossini patrimonio italiano e mondiale.

A Santiago del Estero, nell'associazione Casa Italia, dove il legame con il nostro territorio è cominciato  diversi anni fa, sono visibili in modo permanente i manifesti di Rossini, l’ascolto della sua musica, le sue opere, insieme alla  promozione della Regione Marche.

Altra tappa importante della mostra per la durata di tre mesi è stata ad Alta Gracia, paese a 50 km da Còrdoba, conosciuto anche per la Casa Museo di Ernesto Che Guevara. La mostra è stata ospitata  nei locali della Municipalidad nella piazza principale. Tutte le mostre programmate nella provincia di Cordoba, sono state realizzate grazie alla Collaborazione della FAIC e della Associazione Marchigiana che da 76 anni guida i Marchigiani a Cordoba. Un grazie particolare va al suo Presidente Ivano Badiali.

Altro museo importante a Còrdoba,  nell'ex carcere femminile trasformato in uno splendido luogo di Cultura e Commerciale, dove la mostra ha trovato spazio per un mese. In occasione della mostra all’interno del Cabildo, è stato presentato lo spettacolo "Gran Tour de l’Italy" tenutosi nella città di Cordoba presso l’Aula Magna dell’Università di ingegneria il 14 agosto. Alla stampa presente e alle emittenti televisive è stato illustrato l’omaggio che precede lo spettacolo rivolto al futbolista Renato Cesarini nato a Senigallia, e all’Architetto Francesco Tamburini, nato ad Ascoli Piceno personaggi tanto amati e ricordati in Argentina per le loro grandi opere nel calcio il primo nell’architettura il secondo.

I componenti del Gran Tour L’Italy che hanno condiviso l’inaugurazione e la conferenza stampa al Cabildo, sono: Alessandra Giardina (voce recitante)  Paola Lorenzi (mezzo soprano) Francesca Matacena (piano) Giorgio Santi (chitarra-mandolino-voce-regia).

La mostra è stata richiesta da diverse altre associazioni in altre città: Mar del Plata, Santa Fe, Rosario, Salta, Tucuman, Yuyuj, Buenos Aires, e tante altre località in tutto il Paese.

Questa esperienza itinerante della mostra ha permesso l’incontro e la collaborazione con le associazioni marchigiane nello specifico ed anche con gruppi italiani presenti nelle città provenienti da altre regioni dando luogo ad una fattiva collaborazione con i governi locali e permettendo così di divulgare sempre di più il nostro patrimonio culturale.

Pesaro 0914 luogo di partecipazione: chi volesse informazioni e/o chiarimenti in merito agli articoli pubblicati nella colonna centrale della homepage (relativi all'attuazione del programma di mandato nelle varie deleghe assegnate agli assessorati), può scrivere a pesaro0914@comune.pesaro.pu.it.



Comune di Pesaro - P .iva: 00272430414 - contatti - Copyright © 2010-2014 - credits