Portale tematico del Comune di Pesaro dedicato
alla verifica dell'attuazione del programma di governo (Mandato 2009 - 2014)
Consiglio comunale
mercoledì 20 febbraio 2019
pubblicata da 8 anni, il 21 luglio 2011 (giovedì) alle 09:42

Pedonalizzazione di viale Trieste, diritto di superficie a Pesaro Parcheggi

Prosegue il maxi-progetto di pedonalizzazione di viale Trieste, che comporta la costruzione di un parcheggio sotterraneo di 435 posti, utile ad eliminare le auto in gran parte del lungomare di Ponente. Nella doppia seduta consiliare del 25-26 luglio si discuterà del trasferimento del diritto di superficie a Pesaro Parcheggi, che ha già pronto il bando di gara.

vialetrieste-ponente

Viale Trieste (lato Ponente) visto dal Cruiser

PESARO - Il 25 luglio arriverà in Consiglio comunale la delibera per conferire il diritto di superficie dell’area a Pesaro Parcheggi, che segue l’appalto per conto del Comune. Di fatto, l’atto iniziale di un percorso che si spera possa concludersi per maggio 2014.

«Pesaro Parcheggi ha già pronti il bando e il progetto preliminare, quindi appena ottenuto il diritto di superficie bandirà la gara — spiega l’assessore all'Urbanistica Luca Pieri —. Stiamo parlando dell’operazione più grande degli ultimi 7-8 anni. In questo periodo abbiamo fatto un grosso lavoro di progettazione. In viale Trieste si andranno a spostare le tubature dell’acquedotto e del gas, non è una cosa da poco». 

Spetterà alla ditta vincitrice la presentazione dei progetti definitivo ed esecutivo, a cui seguirà l'avvio dei lavori. L'operazione ha un costo stimato di oltre 12milioni di euro. La fonte di guadagno deriverà dai parcheggi sotterranei e la gestione di quattro attività commerciali (ciascuna di una superficie massima di 140 metri quadri) che verranno create in superficie.

Il progetto prevede sotto viale Trieste un parcheggio di 590 metri, da via Ninchi a via Paterni. Conterrà 435 posti auto, di cui 70 pubblici, gestiti dalla Pesaro Parcheggi, e gli altri 365 da dare in affitto o vendere ad albergatori, residenti e stabilimenti balneari, gestiti dal privato.

DAL PROGRAMMA DI MANDATO 2009-2014

Hanno superato il milione di unità le presenze turistiche annue a Pesaro. Dunque il turismo ha dismesso da alcuni anni i panni della Cenerentola e si propone come pilastro, come fattore aggiunto, dello sviluppo nuovo di Pesaro.

I fattori di questo successo sono stati: il mare pulito, sancito dalle ripetute bandiere blu; gli interventi di riqualificazione del litorale; l’ampliamento dell’offerta di servizi qualificati di spiaggia fino a Fosso Seiore; l’avvio della riqualificazione delle strutture alberghiere grazie a una nuova normativa urbanistica; gli eventi distribuiti lungo tutto l’anno e la conseguente destagionalizzazione dell’offerta turistica; la cultura, i beni e le manifestazioni culturali promosse ad alti livelli di qualità con respiro mondiale; la disponibilità di grandi strutture (eccellenze di livello europeo) per ospitare manifestazioni sportive, spettacoli, congressi e meeting nazionali e internazionali; le accresciute capacità organizzative per l’accoglienza anche grazie alla costituzione del Convention Bureau.

In programma

• Il porto turistico sul molo di levante con un bacino artificiale per oltre 500 posti barca.
Un nuovo parcheggio sotterraneo di 435 posti auto in viale Trieste e pedonalizzazione del lungomare dalla Palla di Pomodoro a Villa Marina.
• Riqualificazione di piazzale della Libertà e della passeggiata fino al moletto.
• Costituzione di una “Sport commission” per far diventare Pesaro un centro di eccellenza del turismo sportivo.
• promozione turistica che componga una offerta in cui stanno insieme il mare, la spiaggia, la città con i suoi beni culturali, le grandi manifestazioni culturali, le manifestazioni di intrattenimento e accoglienza, le manifestazioni sportive, i grandi spettacoli, i meetings, le bellezze ambientali e paesaggistiche di Pesaro, le bellezze ambientali e artistiche dell'entroterra.
• ulteriore promozione della riqualificazione delle strutture ricettive, dei servizi di ristorazione, di intrattenimento e divertimento. Revisione del piano per le attività commerciali (dagli orari ai permessi), accogliendo le richieste degli operatori e dei clienti e spingendo verso una liberalizzazione reale. 

[La prima presentazione del progetto il 29/05/2008]

Fonte: estratto da un articolo di Patrizia Bartolucci pubblicato su "Il Resto del Carlino-Pesaro" del 21/07/2011.

Pesaro 0914 luogo di partecipazione: chi volesse informazioni e/o chiarimenti in merito agli articoli pubblicati nella colonna centrale della homepage (relativi all'attuazione del programma di mandato nelle varie deleghe assegnate agli assessorati), può scrivere a pesaro0914@comune.pesaro.pu.it.



Comune di Pesaro - P .iva: 00272430414 - contatti - Copyright © 2010-2014 - credits