Portale tematico del Comune di Pesaro dedicato
alla verifica dell'attuazione del programma di governo (Mandato 2009 - 2014)
Consiglio comunale
mercoledì 13 dicembre 2017
pubblicata da 4 anni, il 11 luglio 2013 (giovedì) alle 17:20

Porto: l'area del cantiere navale diventa un laboratorio di idee

Avviato a marzo 2013 un concorso di progettazione che si concluderà il 13 e 14 luglio, con la regia di un gruppo di tecnici riuniti nella Young Architects Competitions (Yac) una società che gestirà varie esperienze di laboratorio urbano.

www.youngarchitectscompetitions.com

Veduta dell'ex cantiere navale

PESARO - Il sindaco Luca Ceriscioli ha presentato il concorso di progettazione ideato e gestito da Alessandro Cecchini e Alessandro Liuti della società Yac, che intende dare avvio ad un laboratorio di pianificazione urbana coinvolgendo università italiane ed estere e partendo - come primo tema oggetto del bando 2013 - un ripensamento dell'area dell'ex cantiere navale al porto di Pesaro.

Nella sua prima edizione Yac offre ai progettisti un tema di ricerca concreto e dai tratti assolutamente contemporanei. Se le profonde e controverse trasformazioni economiche che stanno investendo l’Europa hanno da un lato manifestato un grande potenziale distruttivo, dall’altro hanno aperto una varietà di scenari inesplorati ed un tempo inimmaginabili, fornendo, spesso sulle macerie dei precedenti sistemi, opportunità utili per la scrittura di una nuova cultura.

Il settore della cantieristica navale, ad esempio, è stato duramente colpito dalla crisi: mentre i grandi arsenali sono in grave sofferenza, quelli medi o di piccole dimensioni hanno da tempo esaurito le proprie funzioni, liberando vaste aree portuali, ed aprendo alla riflessione architettonica siti dalla rilevanza strategica, economica e paesaggistica di incommensurabile valore.

Quale futuro immaginare per queste aree? Su questa domanda Yac imposta la sfida che rivolge ai progettisti. Invitandoli a riprogettare i vecchi arsenali come luoghi ludico-ricreativi e di pubblica relazione: piazze marittime, water play ground, giardini artificiali o quartieri dell'effimero in grado di avvalersi del suggestivo rapporto col mare e coi vettori di trasporto marittimo, per offrire, a turisti e cittadini, moderni centri per il benessere e l’intrattenimento. Quale che sia il significato che i concorrenti attribuiranno alla finalità “ludico-ricreativa e di pubblica relazione” - concetto che spazia dal multisala allo skatepark - Yac invita a porre l’accento sull’idea di temporalità e personalizzazione.

La ricerca che Yac auspica di premiare dovrà necessariamente tenere presenti questi assiomi del vivere contemporaneo: in una parola, dovrà essere smart. Le moderne tecnologie permettono all’utente velocità di informazione e discrezionalità senza precedenti; siamo certi che l’architettura debba andare nella medesima direzione, fornendo ai fruitori la possibilità di essere vissuta in maniera sempre diversa e secondo le modalità che questi decideranno di intrattenere. Immaginare spazi componibili, dinamici, o semplici aree attrezzabili a seconda delle richieste dell’utente, rappresentano possibili punti di partenza per un gran numero di riflessioni.

La riflessione del sindaco Luca Ceriscioli. "Preciso alcuni concetti espressi durante la presentazione del concorso di idee indetto dall'associazione Yac. Per quel che riguarda l'ex cantiere navale, resta intatto l'impegno del Comune di Pesaro a sostenere tutte le iniziative che possono contribuire al suo rilancio e a quello del comparto economico produttivo ad esso collegato. Il concorso di idee non avrà ricadute procedurali o urbanistiche, ma è un'attività di ricerca atta a sensibilizzare l'opinione pubblica, a formare i suoi studenti, a fornire riflessioni e ricerche utili al nostro territorio. La scelta dell'area portuale, come tema di sperimentazione e riflessione contemporanea con finalità ludico-ricreativa e di socialità, è dell'associazione Yac, con la collaborazione diretta delle università di Bologna, Parigi, Shangai e Santa Fé. Il concorso di idee (rivolto agli under 35) rappresenta un importante strumento di vivacizzazione della ricerca, di promozione culturale e dibattito. Rappresenta una duplice occasione: per i progettisti di immaginare scenari non abituali, e per la città di Pesaro di prestarsi come laboratorio urbano per gli architetti di tutto il mondo con un vantaggio di immagine e notorietà. Si tratta dunque di un lavoro di alto impegno progettuale su come può essere riconvertita un'area urbana".

Cronoprogramma ufficiale

  • 4 marzo 2013 pubblicazione del bando
  • 4 marzo 2013 inizio periodo per le special entry
  • 14 aprile 2013 conclusione periodo per le special entry
  • 15 aprile 2013 inizio periodo per le early entry
  • 12 maggio 2013 conclusione periodo per le early entry
  • 13 maggio 2013 inizio periodo per le late entry
  • 16 giugno 2013 conclusione periodo per le late entry
  • 24 giugno 2013 termine consegna elaborati
  • 24 giugno 2013 la giuria si riunisce
  • 8 luglio 2013 pubblicazione dei risultati
  • 13-14 luglio 2013 cerimonia di premiazione ed inaugurazione dell’esposizione

Cerimonia di presentazione ed esposizione dei progetti. Il concorso di idee proposto da YAC è un'attività culturale atta a sensibilizzare l'opinione pubblica e a fornire riflessioni utili al nostro territorio. La scelta dell'area portuale come tema di riflessione con finalità ricreativa e di socialità è venuta da Yac insieme all'Università di Bologna e con la partecipazione degli atenei di Parigi, Shangai e Santa Fé. Il concorso di idee (presentato a marzo e rivolto agli under 35) vedrà la presentazione dei progetti vincitori sabato 13 luglio dalle 15 alle 19 a Palazzo Gradari (via Rossini) e domenica 14 dalle 10 alle 19 la mostra dei 43 progetti. I risultati del concorso non si tradurranno in procedure urbanistiche ma stimoleranno riflessioni sul futuro dell'area.

Info, dettagli e download su www.youngarchitectscompetitions.com

Risultati ed elaborati progettuali selezionati

Video-intervista al sindaco

Video-intervista ai rappresentanti di Yac

*****

Nota del sindaco Luca Ceriscioli [20 marzo 2013]

Si è svolto in Comune l'incontro richiesto dalle organizzazioni sindacali Fim-Cisl e Fiom-Cgil per avere i necessari chiarimenti in merito al dibattito sull'area dell'ex cantiere navale. Il Comune ha ribadito l'impegno a sostegno di tutte quelle iniziative che possono contribuire al rilancio industriale del Cantiere navale e dell'area ad esso interessata. “Lo abbiamo assicurato ai lavoratori – ha spiegato il sindaco – nei difficili giorni della vertenza sindacale e lo confermiamo ora. Il concorso di idee, lo ribadiamo, non ha ricadute procedurali o urbanistiche, ma vuole essere attività di ricerca e di formazione per gli studenti, utile a fornire riflessioni e approfondimenti per il nostro territorio”. Soddisfatti dei chiarimenti i sindacati: “In un momento delicato come l'attuale – dichiarano Leonardo Bartolucci Fim-Cisl e Marco Monaldi Fiom-Cgil - in cui la curatela fallimentare sta presentando un nuovo bando per l'acquisto del cantiere, era necessario avere gli opportuni chiarimenti e la conferma del massimo impegno anche da parte delle istituzioni, per far sì che possa ricostruirsi un insediamento industriale della cantieristica capace di continuare una tradizione storica e di eccellente competenza del territorio pesarese. Speriamo ora che il nuovo bando, presentato dalla curatela fallimentare e che rimarrà aperto fino all'8 maggio, prevedendo un ulteriore ribasso del 20% (il prezzo a base d'asta sarà di poco superiore ai 3 milioni di euro) possa trasformare le manifestazioni di interesse in concrete intenzioni di acquisto e di riavvio dell'attività industriale”.

Pesaro 0914 luogo di partecipazione: chi volesse informazioni e/o chiarimenti in merito agli articoli pubblicati nella colonna centrale della homepage (relativi all'attuazione del programma di mandato nelle varie deleghe assegnate agli assessorati), può scrivere a pesaro0914@comune.pesaro.pu.it.



Comune di Pesaro - P .iva: 00272430414 - contatti - Copyright © 2010-2014 - credits