Portale tematico del Comune di Pesaro dedicato
alla verifica dell'attuazione del programma di governo (Mandato 2009 - 2014)
Consiglio comunale
martedì 12 dicembre 2017
pubblicata da 4 anni, il 6 novembre 2013 (mercoledì) alle 08:30

Online il Bilancio sociale: tempi difficili, scelte consapevoli, buoni frutti

Pubblicata la nona edizione del Bilancio sociale relativo all'attività dell'Amministrazione comunale nell'anno 2012. Il documento, disponibile in formato cartaceo e digitale, è suddiviso in cinque macro-aree: welfare e solidarietà, ambiente e urbanistica sostenibile, educazione-formazione-cultura, quartieri e partecipazione, turismo ed economia.

bilanciosociale2013

La copertina del Bilancio sociale 2012

PESARO - Con la redazione del Bilancio sociale, il Comune di Pesaro non assolve alla totalità dei suoi obblighi di trasparenza, ma la sua pubblicazione annuale è il segno che l'ente intende la trasparenza quale valore imprescindibile nel rapporto con i portatori di interesse, oltre ogni obbligo stabilito dalla legge. Dal 2004 si è formalizzato un vero e proprio processo di assunzione di responsabilità sociale d’impresa, avallata dal vertice politico di questa Amministrazione. Da allora per chi amministra, il bilancio sociale nel momento della formazione e tramite il dibattito che stimola, significa miglioramento della conoscenza dei problemi e dei fenomeni sociali, revisione critica del proprio operato, in poche parole serve a migliorare la programmazione.

Il bilancio sociale contiene informazioni, è possibilità di conoscere il territorio, è un modo di migliorare la negoziazione tra tutte le parti in gioco, sopratutto in questa interminabile crisi economica dove creare nuove possibilità di sviluppo richiede la collaborazione di tutti. L’imposizione, compresa quella locale, genera comprensibilmente sacrifi ci che gravano su tutti ma restituisce servizi e il Comune di Pesaro è attento a mantenerla non oltre il livello che deprima lo sviluppo economico. Il nostro intento perciò è di mettere in primo piano gli obiettivi, le risorse e i risultati, per poter ancor più adeguatamente costruire le risposte che daremo ai cittadini nel prossimo futuro.

Un anno di amministrazione può essere misurato come valore aggiunto, cioè come differenza tra i valori ricevuti dall’esterno (somma di tributi, canoni, trasferimenti da altri enti, servizi resi, eccetera) e i costi sostenuti per l’acquisto dei fattori produttivi (beni, servizi). Ovviamente il Comune non vende prodotti e non deve realizzare un utile, piuttosto ha un obiettivo di redistribuire al meglio la “ricchezza” ricevuta, secondo quello che è il suo parametro di giustizia sociale. I proventi della gestione del prospetto non sono espressione di realizzazioni a prezzo di mercato, ma ricchezza da redistribuire quale remunerazione del personale dipendente (compresi gli oneri contributivi), la remunerazione della pubblica amministrazione (imposte e tasse che paga anche il Comune), la remunerazione del credito ricevuto (gli oneri finanziari), la distribuzione sociale vera e propria di somme quali trasferimenti a persone, famiglie e aziende, senza avere a fronte una controprestazione.

Luca Ceriscioli (sindaco) e Antonello Delle Noci (assessore al Bilancio)

In allegato la versione pdf del Bilancio sociale 2012, redatto dall'Ufficio Stampa del Comune di Pesaro e disponibile anche sul portale istituzionale www.comune.pesaro.pu.it

Pesaro 0914 luogo di partecipazione: chi volesse informazioni e/o chiarimenti in merito agli articoli pubblicati nella colonna centrale della homepage (relativi all'attuazione del programma di mandato nelle varie deleghe assegnate agli assessorati), può scrivere a pesaro0914@comune.pesaro.pu.it.



Comune di Pesaro - P .iva: 00272430414 - contatti - Copyright © 2010-2014 - credits