Portale tematico del Comune di Pesaro dedicato
alla verifica dell'attuazione del programma di governo (Mandato 2009 - 2014)
Consiglio comunale
sabato 22 settembre 2018
pubblicata da 7 anni, il 6 gennaio 2012 (venerdì) alle 09:00

Firmata la pre-intesa sugli indirizzi di bilancio con i sindacati

Categoria: Bilancio

Definite le linee guida e sottoscritto il documento di pre-intesa sul bilancio 2012, tra l'Amministrazione comunale (rappresentata dal sindaco Luca Ceriscioli e dall'assessore al Bilancio Antonello Delle Noci) e dai vertici delle tre sigle sindacali principali: Simona Ricci (Cgil), Umberto De Simoni per conto di Sauro Rossi (Cisl) e Riccardo Morbidelli (Uil).

protocollobilancio2012

PESARO - Si può dire che è arrivato prima l'accordo tra Comune e sindacati che l'approvazione della Manovra finanziaria da parte del Parlamento. Infatti, se la Manovra è passata al Senato il 22 dicembre, già alcuni giorni prima l'assessore al Bilancio Antonello Delle Noci e i rappresentanti di Cgil, Cisl e Uil si erano ripetutamente incontrati per definire le linee guida del documento in corso di stesura, che dovrebbe essere approvato in Consiglio comunale a cavallo tra marzo e aprile 2012.

L'orizzonte guida di tutto il documento, come hanno rimarcato più volte sia il sindaco Luca Ceriscioli che l'assessore Delle Noci, sarà "salvaguardare chi ha meno e chiedere qualche sacrificio a chi ha di più", mantenendo inalterate le tariffe dei servizi (che non verranno adeguate nemmeno ai canoni Istat) utilizzando lo strumento dell'Isee lineare per verificare la reale portata reddituale di ciascun cittadino. "In tutto ci verranno a mancare - compresa la spina nel fianco del Patto di stabilità - circa 13 milioni di euro (tre in più di quelli stimati all'indomani della pubblicazione della Manovra in Gazzetta, il 5 dicembre scorso): una cifra esorbitante in un momento terribile, in cui da Roma vengono aumenti delle accise e delle tasse in maniera indiscriminata", hanno spiegato gli intervenuti.

Leggendo il documento, saltano all'occhio alcune analisi che fanno capire da una parte la situazione in cui versano gli enti locali, e dall'altra la presa di consapevolezza che Comune e sindacati hanno voluto sancire con la firma di questa pre-intesa. "La situazione locale è pesantemente influenzata dalla permanenza di uno stato di crisi che tocca diversi settori produttivi - si legge - mettendo a repentaglio ulteriori centinaia di posti di lavoro e gli equilibri economico-finanziari di un numero sempre più elevato di famiglie. In questo quadro la domanda sociale di sostegno e assistenza risulta in forte aumento a fronte di una significativa contrazione delle risorse complessive volte a fronteggiarla. In virtù di questa situazione le parti concordano di individuare tutte le misure possibili per perseguire l'obiettivo prioritario della salvaguardia del livello e della qualità dei servizi educativi e sociali, ad oggi garantiti nel territorio".

Si arriva poi alla definizione del peso delle Manovre succedutesi dal luglio 2010 ad oggi: "La successione di Manovre economiche nazionali, il rispetto del Patto di stabilità, l'allargamento di fenomeni come quello dell'assistenza ai minori non accompagnati, porta il fabbisogno del Comune di Pesaro, per l'anno 2012, a circa 13 milioni di euro".

L'Amministrazione comunale si è assunta i seguenti impegni, a cui tenere fede nella redazione del Bilancio di previsione 2012.

1. Sarà garantito sui livelli degli ultimi due anni il finanziamento del Fondo anti-crisi, volto a sostenere le famiglie colpite dalla crisi economica. Le parti concordano di definire entro il 29 febbraio 2012 le eventuali modifiche alle attuali modalità d’intervento del Fondo, per renderlo più aderente alle necessità delle persone in difficoltà.

2. Con le modalità che le parti decideranno, previo specifico approfondimento tecnico, entro il 30 giugno 2012 si provvederà ad applicare l’Isee lineare con elementi di progressività, a tutte le situazioni in cui è prevista la compartecipazione alla spesa degli utenti.

3. Nel confermare il livello dei servizi sociali ed educativi oggi in essere, le rette e le tariffe dei vari servizi saranno per l’anno 2012 bloccate, al netto delle variazioni indotte dall’utilizzo di un Isee lineare.

4. Ai fini di un maggior efficientamento della macchina organizzativa il Comune si farà parte dirigente di un rafforzamento del processo di gestione associata di funzioni e servizi tra le diverse amministrazioni locali, con particolare attenzione alle attività collegate alle politiche tributarie e alle azioni di contrasto all’evasione. In merito a ciò l’Amministrazione si farà promotrice della costituzione di un Tavolo permanente di confronto su tale tematica, tra i Comuni dell’Ats n° 1 e le organizzazioni sindacali. Sempre nella logica del recupero stringente di risorse, entro il 31 marzo 2012,si procederà alla definizione del Piano di razionalizzazione, continuando il percorso già avviato dal 2010 sulla riorganizzazione e riduzione della spesa che produrrà circa 2 milioni di euro di economie nell’anno 2012. Nel rispetto di quanto previsto dalle norme in materia, parte delle risorse recuperate attraverso tali interventi concorreranno ad implementare il Fondo per la contrattazione decentrata, allo scopo di valorizzare adeguatamente il concorso alla progettualità riorganizzativa e la professionalità dei dipendenti.

5. Nell’applicazione delle nuove norme inerenti la tassazione degli immobili, il Comune farà particolare attenzione nel contenere la tassazione:
a) sulla 1° casa, non superando l’aliquota base;
b) sulle abitazioni affittate a canone concordato; 
orientando le esigenze di prelievo, volte a dare stabilità al bilancio, sugli altri cespiti, anche attraverso un innalzamento dell’aliquota standard, per questi prevista. L’eventuale ricorso all’addizionale Irpef sarà improntato ad una progressività che escluda aggravi almeno per i contribuenti che rientrano nel primo scaglione Irpef. Le somme incassate attraverso l’eventuale tassa di soggiorno saranno orientate al sostegno delle azioni di qualificazione del turismo locale.

Il presente atto è stato firmato - alla presenza degli organi d'informazione - in data 5 gennaio 2012 dal sindaco Luca Ceriscioli, dall'assessore Antonello Delle Noci, dal segretario provinciale Cgil Simona Ricci, da Umberto De Simoni in rappresentanza del segretario provinciale Cisl Sauro Rossi, e dal segretario provinciale Uil Riccardo Morbidelli.

[Definizione macro-obiettivi del Bilancio 2012 - delibera del 16/01/2012]

[Approfondimenti sul canale YouTube "Video Sindaco Pesaro" - video]

Pesaro 0914 luogo di partecipazione: chi volesse informazioni e/o chiarimenti in merito agli articoli pubblicati nella colonna centrale della homepage (relativi all'attuazione del programma di mandato nelle varie deleghe assegnate agli assessorati), può scrivere a pesaro0914@comune.pesaro.pu.it.



Comune di Pesaro - P .iva: 00272430414 - contatti - Copyright © 2010-2014 - credits