Portale tematico del Comune di Pesaro dedicato
alla verifica dell'attuazione del programma di governo (Mandato 2009 - 2014)
Consiglio comunale
venerdì 26 aprile 2019
pubblicata da 7 anni, il 7 settembre 2012 (venerdì) alle 13:03

Ambiente e agricoltura, il punto sulle azioni della Regione Marche

Categoria: Regione

Il vicepresidente Paolo Petrini traccia una mappa delle strategie pensate dalla Giunta regionale, delineando il quadro marchigiano in particolare nel settore agricolo.

www.regione.marche.it

ANCONA - Chimica in agricoltura, tutela del territorio e dei prodotti, gestione delle aree forestali, direttive europee sulla protezione ambientale. Quando si dice ambiente, si dice tutto questo. E’ l’universo rurale, che i pubblici poteri sono chiamati a tutelare per la sua funzione primaria di produzione di cibo e di garanzia dei meccanismi dell’ecosistema. Sulle molteplici attività, normative e amministrative, che il governo regionale realizza attorno a questo tema complesso, fa il punto il vice presidente e assessore ad Agricoltura e Forestazione, Paolo Petrini.

“L’agricoltura – osserva Petrini – dopo l’industrializzazione degli anni ‘70 e l’uso eccessivo di prodotti chimici, sta conoscendo una nuova fase. Ci si è resi conto degli errori del passato e si è cercato un nuovo approccio: riforma della Politica agricola comunitaria a partire dal 1996, Agenda 2000, fino ad arrivare alla riforma Fischler, che rappresenta un punto di svolta nella concezione della politica agricola. Le Marche, rispetto ad altre regioni sono avvantaggiate. Grazie alle caratteristiche morfologiche del territorio regionale che non hanno consentito l’introduzione di determinate tecniche, grazie all’eredità lasciata dalla conduzione a mezzadria, all’attaccamento alla terra d’origine, alla conservazione della fertilità dei campi per le generazioni future. Caratteristiche che ci permettono meglio di altri di tornare a tecniche di produzione più sostenibili e in armonia con l’ambiente, sperimentate sempre più da giovani imprenditori. Fertilizzanti e fitofarmaci possono essere un problema se non correttamente utilizzati, qui sta la sfida per i regolatori pubblici: stabilire regole e vigilare sulla loro corretta applicazione. Specie nelle colture ortive di pianura irrigua, dove maggiore è l’industrializzazione del processo agricolo. Oppure nel mettere in relazione norme agricole e norme ambientali. E’ questa la sfida che stiamo affrontando. Gran parte delle misure agro ambientali del Prs Marche 2007 - 2013 hanno infatti come obiettivo il corretto uso dei fertilizzanti: applicazione del metodo biologico, con oltre 2700 aziende distribuite sull’intero territorio regionale, accordi d’area per favorire metodi di coltivazione più sostenibili, applicazione di metodi di produzione integrata con l’abbattimento del 30 per cento delle concimazioni azotate, accordi di filiera e tracciabilità della correttezza del processo produttivo”.

Pesaro 0914 luogo di partecipazione: chi volesse informazioni e/o chiarimenti in merito agli articoli pubblicati nella colonna centrale della homepage (relativi all'attuazione del programma di mandato nelle varie deleghe assegnate agli assessorati), può scrivere a pesaro0914@comune.pesaro.pu.it.



Comune di Pesaro - P .iva: 00272430414 - contatti - Copyright © 2010-2014 - credits