Portale tematico del Comune di Pesaro dedicato
alla verifica dell'attuazione del programma di governo (Mandato 2009 - 2014)
Consiglio comunale
sabato 22 febbraio 2020
pubblicata da 9 anni, il 8 gennaio 2011 (sabato) alle 20:59

"Operazione Zona Blu", dal 12 gennaio niente inquinamento nel centro cittadino

Categoria: Inaugurazioni

Sono 8.643, secondo i dati Aci, i mezzi del parco veicolare pesarese ai quali verrà impedito l’accesso nella Zona Blu. Fitto lavoro per gli assessori Parasecoli, Biancani e Pascucci per garantire un'informazione capillare alla cittadinanza.

PESARO - Tutto è pronto per bloccare la circolazione ai mezzi più vecchi ed inquinanti. Si partirà mercoledì prossimo. Il provvedimento non terminerà a marzo, ma il blocco potrebbe continuare anche in estate. Chi verrà beccato dentro la zona del bollino blu a circolare con i mezzi off-limits subirà una pesante sanzione di 155 euro.

L’ordinanza nel dettaglio. Il sindaco Luca Ceriscioli ha firmato l’ordinanza che «introduce le limitazioni al traffico richieste dal decreto regionale a tutti i comuni della fascia A - afferma l’assessore all’Ambiente Giancarlo Parasecoli - con questa ordinanza non risolveremo il problema, ma il nostro obiettivo è quello di migliorare la situazione dell’aria e abbassare ulteriormente la presenza delle polveri sottili». Il via al blocco della circolazione, valido per i mezzi a due e quattro ruote Euro 0 a benzina, diesel senza filtro anti-particolato da Euro 0 a Euro 2, scatterà mercoledì 12 gennaio, con qualche giorno di ritardo rispetto ai piani iniziali, per permettere ai vigili urbani e al servizio Manutenzione l’installazione della cartellonistica agli ingressi della Zona Blu: il quadrilatero che sarà off-limits per le categorie di veicoli inserite nell’ordinanza, è delimitato da ferrovia, mare, fiume Foglia, e sul lato Fano dall’inizio del centro abitato (l’area dell’ex bollino blu). I mezzi della “lista nera” non potranno accedervi dal lunedì al venerdì nelle fasce giornaliere 8,30-12,30 e 14,30-18,30. «Nei prossimi giorni invieremo ai pesaresi un depliant nel quale comunicheremo tutte le informazioni relative al provvedimento».

Parametri importanti. Via libera alla circolazione dei mezzi pesanti sulla Statale 16: «Avremmo dovuto far passare i tir in autostrada, con i conseguenti costi per il pedaggio, ma abbiamo ritenuto che non era il caso», afferma l’assessore alla Mobilità Andrea Biancani. La scelta dell’amministrazione pesarese è stata quella di emettere un’ordinanza “aperta”: a differenza del decreto regionale, che fissa al 31 marzo la scadenza delle limitazioni, a Pesaro non c’è nessun limite temporale al blocco. «Tra due mesi effettueremo una verifica - spiega Parasecoli - a seconda degli effetti riscontrati, decideremo se mantenerlo o sospenderlo in estate».

Il lavoro dei vigili urbani. A partire dal 12 gennaio saranno mobilitati gli agenti della polizia municipale che, nei primi periodi, avranno un pugno più morbido: «All’inizio daremo la precedenza alla fase di prevenzione con agenti piazzati agli ingressi - afferma l’assessore alla Sicurezza Riccardo Pascucci - ma se qualcuno verrà fermato dentro la Zona Blu a bordo di un veicolo non idoneo, sarà sanzionato». E parliamo di un multa parecchio salata. In mattinata l’amministrazione pensava di poter applicare la normale sanzione di 80 euro prevista per i divieti al traffico. Ma, dopo una verifica, si sono accorti che non è così: «In estate è entrata in vigore una nuova norma del codice della strada all’articolo 7 comma 13-bis - afferma il comandante della polizia municipale Gianni Galdenzi - che prevede una misura specifica per tutelare le ordinanze dei comuni in materia di ambiente. Non tutti i comuni la applicano, ma oggi (ieri, ndr) ho telefonato al comando di Milano e mi hanno detto che da loro è in vigore. Lo sarà anche a Pesaro. La sanzione, per chi non rispetterà l’ordinanza, sarà di 155 euro».

I numeri. Sono 8.643, secondo i dati Aci, i mezzi del parco veicolare pesarese ai quali verrà impedito l’accesso nella Zona Blu. «Il 14% delle auto in circolazione in città», puntualizza Parasecoli. L’ordinanza recepisce la deliberazione regionale dello scorso dicembre che vieta la circolazione, nell’area individuata dal Comune, ai mezzi diesel fino a Euro 2 (sono circa 2500 a Pesaro, fonte Aci). Ma il provvedimento aggiunge alla black-list anche i mezzi a benzina pre Euro ai quali era stata bandita nel 2008, all’interno del piano-bis comunale sulla qualità dell’aria, la circolazione dentro la Ztl.

L’ordinanza ha esteso l’area di chiusura alla Zona Blu, uniformando anche gli Euro 0 alle limitazioni previste dalla Regione. Nella premessa del documento fresco di firma del sindaco, si fa riferimento alla situazione dell’inquinamento atmosferico, partendo dal superamento di Pm10 dei limiti di legge, per l’anno 2010, della centralina da traffico di via Montegrappa a Fano, che fornisce un valore indicativo per tutta la fascia costiera provinciale.

«A seguito degli interventi di limitazione della mobilità privata a motore e di altre misure strutturali attuate negli ultimi anni si sono determinate delle riduzioni dei fattori di inquinamento - riporta l’ordinanza - ma la qualità dell’aria presenta ancora condizioni critiche per cui si rende necessario proseguire, con interventi per il controllo degli episodi acuti, nel percorso di rientro dei valori degli inquinanti».

Il divieto di circolazione avrà valore, per quanto riguarda i veicoli Euro 0 alimentati a benzina, per le autovetture ordinarie, motocicli, ciclomotori. Molto più ampia la platea dei veicoli a diesel, da Euro 0 a 2 ai quali la zona Blu sarà resa off-limits: autovetture, veicoli commerciali pesanti inferiori a 3,5 tonnellate, superiori a 3,5, 7,5 e 14 tonnellate; trattori stradali pesanti. Mezzi agricoli e macchine operatrici potranno lavorare nei cantieri o zone agricole dentro la Zona dell’ex bollino blu purchè il loro trasporto avvenga con altri veicoli consentiti. L’ordinanza riporta anche i veicoli che beneficeranno della deroga al blocco: automezzi per il trasporto pubblico, taxi, mezzi delle autorità e di soccorso, mezzi delle aziende che forniscono servizi pubblici (acqua, gas, telefoni...), veicoli per il trasporto dei disabili, veicoli elettrici, ibridi, a gas, metano, Gpl. Deroga anche per le manifestazioni sportive di auto d’epoca.

Fonte: estratto da un servizio di Thomas Delbianco pubblicato su "Il Messaggero - Pesaro" del 8/01/2011.

Per maggiori informazione, aggiornate costantemente, visitare la pagina del sito web dell'assessorato all'Ambiente del Comune di Pesaro denominata "Aria pulita".

Pesaro 0914 luogo di partecipazione: chi volesse informazioni e/o chiarimenti in merito agli articoli pubblicati nella colonna centrale della homepage (relativi all'attuazione del programma di mandato nelle varie deleghe assegnate agli assessorati), può scrivere a pesaro0914@comune.pesaro.pu.it.



Comune di Pesaro - P .iva: 00272430414 - contatti - Copyright © 2010-2014 - credits