Portale tematico del Comune di Pesaro dedicato
alla verifica dell'attuazione del programma di governo (Mandato 2009 - 2014)
Consiglio comunale
sabato 22 settembre 2018
pubblicata da 7 anni, il 29 marzo 2011 (martedì) alle 13:23

Nozze d'oro per le rotatorie pesaresi: presto le intitolazioni

Categoria: Mobilità, Nuove Opere

Ceriscioli e Briglia: «Vogliamo dare un nome ad ognuna delle cinquanta rotatorie esistenti identificandole attraverso un cartello o altro sistema in linea con il Codice della Strada, alcune potrebbero avere i nomi delle città gemellate con Pesaro, altre richiamare le zone dove si trovano, altre ancora personaggi famosi legati a questa città».

PESARO - Raggiunto il traguardo delle cinquanta rotatorie cittadine, festeggiate con tanto di torta con altrettante candeline. Si è cominciato nei primi anni Novanta con la rotatoria di piazzale D'Annunzio e poi non ci si è più fermati, sull'esempio della vicina Cattolica. Ceriscioli si scopre sindaco delle rotatorie: da quando è in giunta pare abbia messo le mani su una quarantina di opere. Il tempo è circolare un po' come la viabilità cittadina di questi ultimi tre lustri.

Verso una toponomastica delle rotatorie. «Abbiamo voluto solennizzare - dice Luca Ceriscioli - il momento, aspettando qualche settimana per l'inaugurazione di Vismara. Per lo stesso motivo abbiamo invitato il mio predecessore e un paio di ex-assessori ai lavori pubblici». Fatti i conti il duo Ceriscioli-Briglia sta pensando anche a dare alle rotatorie dei nomi. «Pensiamo a delle intitolazioni - spiega il sindaco - a città gemellate che non hanno strade come la cinese Qinhuandao o Keita. La rotatoria del porto, quella per intenderci con la statua di Gentiletti, potrebbe essere intitolata a Rovigno, città a cui ci unisce un'importante regata. Poi è sempre utile la numerazione. Perciò stiamo pensando anche come segnalarla all'interno delle rotatorie».

Rotatorie e semafori. Ceriscioli, in perfetto stile matematico, conteggia, invece, i semafori rimasti: «Sono una quindicina - dice -, ma alcuni hanno il futuro segnato». Secondo lui sono quelli di via Goito, quello sulla Statale all'incrocio con via Milano, i tre rimasti su via Giolitti. «A parte per i due vicini al Campus - aggiunge Briglia -, i tempi non dipendono da noi ma dagli interventi edilizi dei
privati. Speriamo bene». Il piano, che l'Ufficio Traffico sta studiando, è quello di andare ad eliminare, anche se con tempi ancora non definiti, tutti i semafori di via Giolitti, quello all'incrocio tra via Solferino e via Ponchielli, e un altro paio di impianti nella zona delle Cinque Torri, tra quelli più strategici. «Sulla Statale resteranno tutti a parte quello all'intersezione con via Milano - afferma Ceriscioli - l'obiettivo è di andare a dimezzare nel medio-lungo periodo il numero dei semafori pesaresi, arrivando ad averne non più di 6-7 in tutta la città». Resteranno probabilmente i sistemi semaforizzati di Cattabrighe e di Santa Maria delle Fabbrecce, che si incontrano scendendo dall'Urbinate. E non verrà rimosso anche il semaforo all'incrocio tra la Statale e viale della Repubblica.

Alcuni numeri. In ordine di realizzazione la numero 46 (citazione di Vale Rossi) è quella in fondo a viale Trieste, lato Fano con la scultura del conte Marcucci Pinoli. Se la doppia rotatoria di Vismara (vie Chienti-Basento e vie Chienti-Statale) ha la numerazione 49 e 50, le prossime sono già battezzate, come ribadisce l'assessore Rito Briglia: «La 51 e la 52 saranno le due rotonde su via Solferino, all'incrocio con via Cimarosa e davanti l'arco del Miralfiore». A seguire le già progettate due rotatorie su via Goito. L'investimento nelle rotatorie si aggira, finora, sui 20 milioni di euro.

Maggiori info su www.pesaronuoveopere.it

[Video ufficiale tratto dal canale "Videosindacopesaro"]

Fonte: estratto da un articolo di Luigi Luminati pubblicato su "Il Resto del Carlino-Pesaro" del 26 marzo 2011.

Pesaro 0914 luogo di partecipazione: chi volesse informazioni e/o chiarimenti in merito agli articoli pubblicati nella colonna centrale della homepage (relativi all'attuazione del programma di mandato nelle varie deleghe assegnate agli assessorati), può scrivere a pesaro0914@comune.pesaro.pu.it.



Comune di Pesaro - P .iva: 00272430414 - contatti - Copyright © 2010-2014 - credits