Portale tematico del Comune di Pesaro dedicato
alla verifica dell'attuazione del programma di governo (Mandato 2009 - 2014)
Consiglio comunale
domenica 15 settembre 2019
pubblicata da 9 anni, il 13 ottobre 2010 (mercoledì) alle 11:58

Opere pubbliche, scegliere per razionalizzare e riqualificare

L'assessore Rito Briglia traccia le linee guida del nuovo Piano triennale delle opere, che per esigenze di Bilancio sarà maggiormente rivolto al settore manutenzioni.

PESARO - «Maggiori risorse destinate alle scuole e alle strade. Una riqualificazione del patrimonio esistente». Tutto questo, a discapito delle nuove opere. Parla di un «sacrifico necessario», l’assessore alle Nuove Opere e alle Manutenzioni Rito Briglia.

Tempo di scelte. Il sacrificio riguarda il mancato inserimento nello schema del Piano triennale delle opere pubbliche, licenziato ieri dalla giunta, di risorse importanti dedicate alla realizzazione di nuove strutture pubbliche. Un capitolo, che, a quanto pare, dopo la costruzione della palestra di Villa Ceccolini, è stato ridotto all’osso. C’è un nuovo indirizzo politico che guida gli investimenti del Comune di Pesaro. Una linea, in qualche modo obbligata, per evitare che quello che a Pesaro è già state realizzato non vada in degrado. Il messaggio che esce da quest’ultimo Piano delle Opere, il cui iter si concluderà tra qualche mese con l’approvazione in consiglio comunale allegato al bilancio di previsione, è chiaro: o si sceglie di costruire ancora, o si cura quello che è già stato realizzato per funzioni pubbliche. E Briglia, insieme al resto dell’amministrazione, ha scelto di propendere per la seconda opzione.

Capitolo Nuove Opere. Per il nuovo si guarda ormai più che altro ai privati, con project financing, Società di trasformazione urbana (Stu), sempre più competenze alle società partecipate e convenzioni legate allo sport. Tutte formule che, seppur basate sulla necessità di ritorni economici privati, con le eventuali ricadute su tariffe e fruibilità pubblica, permettono ancora di pensare, nonostante le difficoltà economiche, a nuovi progetti.

Capitolo Manutenzioni. Un percorso, quello mirato a non disperdere l’esistente, già iniziato nel 2010, che ora verrà rafforzato e diventerà prioritario, almeno fino a quando patto di stabilità e crisi economica non rimuoveranno le barriere sulla capacità d’investimento dell’ente pubblico. Nei prossimi tre anni verranno investiti circa 45 milioni di euro, di questi 17 milioni sono previsti nel 2011. «Ci sono minori risorse rispetto al 2010 - afferma Briglia - questo è dovuto ad una riduzione di entrate dagli oneri di urbanizzazione (da 4 a 2,5 milioni di euro, ndr) e alla minor possibilità di accendere mutui. La direttrice che seguiremo è legata alla riqualificazione del patrimonio esistente e alla manutenzione degli edifici scolastici».

Attezione agli edifici scolastici. Per le scuole saranno messi sul piatto circa un milione di euro, un po’ più dell’anno passato, ma attenzione particolare verrà dedicata anche all’abbattimento delle barriere architettoniche con l’obiettivo di adeguare, entro il triennio, tutte le strutture con gli elevatori.

Riqualificazione delle asfaltature. Ma il vero balzo in avanti è quelle delle straordinarie manutenzioni delle strade, martoriate lo scorso febbraio dalla nevicata. «Per gli asfalti passeremo da 800 mila euro a 1 milione e mezzo - continua Briglia - i percorsi sui quali intervenire verranno scelti, in parte, attraverso una concertazione con i quartieri. Ma questa cifra ci permetterà di asfaltare anche grandi direttrici».

Due interventi prioritari. Ci sono due interventi su tutti che rientrano nel restyling dell’esistente ma che Briglia vuole considerare nuove opere data la portata delle strutture interessate: «Investiremo un milione di euro per il Camposcuola di via Respighi, mettendolo a norma con i regolamenti e ristrutturando gli spogliatoi. E interverremo anche per la riqualificazione di viale della Repubblica».

Fonte: articolo di Thomas Del Bianco pubblicato su "Il Messaggero - Pesaro" del 13/10/2010.

Pesaro 0914 luogo di partecipazione: chi volesse informazioni e/o chiarimenti in merito agli articoli pubblicati nella colonna centrale della homepage (relativi all'attuazione del programma di mandato nelle varie deleghe assegnate agli assessorati), può scrivere a pesaro0914@comune.pesaro.pu.it.



Comune di Pesaro - P .iva: 00272430414 - contatti - Copyright © 2010-2014 - credits