Portale tematico del Comune di Pesaro dedicato
alla verifica dell'attuazione del programma di governo (Mandato 2009 - 2014)
Consiglio comunale
martedì 13 novembre 2018
pubblicata da 7 anni, il 13 ottobre 2011 (giovedì) alle 17:00

Bilancio sociale, da sette anni il Comune è "in chiaro"

Avviata la distribuzione nelle case della settima edizione del Bilancio sociale del Comune di Pesaro (relativo all'anno 2010), ormai una tradizione annuale utile a fare il punto sullo stato di avanzamento di tutte le politiche comunali. Con il presidio del sindaco e dell'assessore Delle Noci, il documento di 24 pagine viene realizzato con una sinergia sempre più forte tra Comune, Università di Urbino e Agenzia per l'Innovazione.

bilanciosociale-edizione2011

La copertina dell'edizione 2011

PESARO - Prosegue il lavoro dell'Amministrazione comunale nell'ottica di una trasparenza sempre maggiore ed accurata. Il Bilancio sociale relativo al 2010 è frutto di uno studio e di una collaborazione sempre più stretta con lo staff dell'Università di Urbino (Dipartimento di economia, società e politica) e con l'Agenzia per l'Innovazione con sede in viale Trieste.

Nelle 24 pagine del documento, in distribuzione alle 37mila famiglie pesaresi, sono racchiusi i numeri utili ad esplicare le attività intraprese da tutti gli assessorati, con riferimento ai cinque valori (riferiti ad altrettante priorità strategiche) estrapolati dal programma di mandato del sindaco Luca Ceriscioli.

E' bene specificare che il Bilancio sociale è parte integrante del sistema di programmazione e controllo del Comune ed è coerente con il Piano della performance e con l'attività di verifica e rendicontazione strutturata sul sito Pesaro0914. Inoltre, per il primo anno il Bilancio sociale è stato certificato dal Collegio dei revisori dei conti.

Venendo all'analisi del documento, dopo la presentazioni politica e un breve vademecum utile a leggere correttamente il bilancio sociale, si avvia una trattazione sul conto economico del Comune (capace di redistribuire 39 milioni di valore aggiunto nel 2010) e viene illustrato un grafico sulle variazioni (decrescenti) del personale comunale dal 2004 al 2010. A seguire, nell'ottica preparatoria al Censimento nazionale in corso di svolgimento, viene predisposta una mappa demografica che illustra le trasformazioni in atto nel territorio pesarese.

I valori che ci guidano. Non a caso il primo valore (in ordine di lettura) spiegato nel documento è quello legato al sostegno al welfare e inerente in particolare con le attività correlate ai Servizi sociali e all'Ambito territoriale sociale, che in questo periodo di crisi economica assumono una rilevanza strategica assoluta. Dopo l'analisi dell'attività dell'Ats1 (progetti per disabili, giovani, asolescenti, minori e relative famiglie, anziani, immigrati, oltre all'ascolto e all'orientamento tramite strutture fondamentali come l'Informagiovani, il Passaparola, i segretariati sociali e gli sportelli per la salute) si passa all'analisi quantitativa degli aiuti erogati dai Servizi sociali anche a livello domiciliare, oltre ad approfondire l'attività della residenza per anziani Santa Colomba. A seguire, dopo aver analizzato le specificità degli interventi per disabili, stranieri, immigrati e persone con disagio economico si focalizza l'attenzione sul "diritto alla casa" e sugli interventi attuati per superare le condizioni di disagio abitativo sia delle fasce deboli che dei nuclei famigliari a rischio di emarginazione (dagli alloggi a canone concordato alle case popolari fino alla realizzazione del dormitorio invernale). Infine, un focus sulla sicurezza con un rendiconto del lavoro di tutela e prevenzione svolto dalla Polizia municipale, oltre alle iniziative effettuate dall'assessorato competente (un esempio: il Discobus) e dal gruppo comunale di Protezione civile. Ancora: un capitolo sulla cooperazione internazionale con i progetti educativi rivolti in particolare alle scuole primarie e secondarie.

A seguire si parla di sostenibilità ambientale, con l'illustrazione dei numerosi ambiti d'intervento: tutela dell'inquinamento e sviluppo dei metodi di utilizzo di energia pulita costituiscono il primo ambito d'intervento, che racchiude - tra gli altri - i risultati raggiunti in tema di energie rinnovabili (pannelli sulle scuole, sugli edifici  e nei parcheggi comunali, l'attività di sensibilizzazione condotta dallo Sportello Energia, il teleriscaldamento e i progetti europei City-Sec e Sea-R). Chiuso questo argomento, spazio al vasto mondo della mobilità sostenibile con le azioni intraprese sia nell'ottica del progetto Bicipolitana, sia a livello di agevolazione della mobilità casa/lavoro e casa/scuola insieme all'incentivazione dei bus navetta. In questo ambito è fondamentale la collaborazione con la società in-house Pesaro Parcheggi spa.

In tema di pianificazione urbana le azioni intraprese spaziano dall'attuazione e modifica del Prg all'approvazione dei piani urbanistici esecutivi, oltre alla predisposizione dei bandi per l'assegnazione delle aree e degli alloggi, alla promozione della bioarchitettura e al miglioramento della qualità architettonica e urbanistica dei progetti realizzati. I principali risultati raggiunti rientrano nelle categorie: 1. gestione delle aree Peep ed Erp; 2. piani urbanistici esecutivi (piani attuativi, particolareggiati, di recupero e varianti urbanistiche); 3. convenzioni urbanistiche.

In tema di tutela degli animali gli obiettivi dell'Amministrazione ruotano attorno al combattere il fenomeno dell'abbandono, del maltrattamento degli animali favorendo le adozioni. Passando all'analisi degli interventi volti a migliorare e promuovere la pratica sportiva si affronta tutta la complessa ragnatela di progetti di valorizzazione, manutenzione ed utilizzo degli impianti sportivi comunali, con un paragrafo a parte dedicato all'utilizzo dell'Adriatic Arena (gestita da Aspes spa).

Le politiche educative vanno ad integrare l'azione dei servizi sociali completando l'importante capitolo del sostegno al welfare: vengono elencati con chiarezza i dati relativi ai nidi e alle scuole dell'infanzia con i servizi estivi e gli interventi volti all'integrazione scolastica e alla ristorazione (servizio mense). Infine una panoramica sul ruolo che il polo universitario di Pesaro Studi sta esercitando non solo sul fronte culturale ma anche in tema di sinergia con il territorio circostante.

In tema di valorizzazione della cultura le azioni intraprese vanno dalla cura e promozione del patrimonio archeologico e artistico e delle collezioni museali, all'utilizzo più intensivo delle tecnologie informatiche nella catalogazione dei beni culturali e nella promozione delle iniziative. Ancora, venendo alla parte più corposa delle attività, si affronta l'attività del Centro Arti Visive Pescheria e lo sviluppo dei servizi bibliotecari centrali (San Giovanni e Oliveriana) e di quartiere. Ancora, un paragrafo a parte meritano le azioni spese per la valorizzazione e l'ampliamento dei Musei Civici, connessi anche a Casa Rossini, oltre alle sinergie con le istituzioni musicali (Rof, Conservatorio, Fondazione Rossini, Ente Concerti, Rete dei teatri...) rientranti nell'ottica del progetto di candidatura Unesco spiegato nel sito www.pesarocittadellamusica.it.

Le politiche partecipative trovano come cassa di espansione l'attività dei 10 Consigli di quartiere, che nel 2010 si sono riuniti complessivamente 92 volte organizzando anche una cinquantina di assemblee pubbliche. Non solo: lo Sportello Informa&Servizi in largo Mamiani (ex Urp) funge da collante tra Amministrazione e cittadinanza.

Lo sviluppo del sistema turistico è legato alle numerose iniziative che durante tutto l'anno vengono organizzate, e che mettono in stretta sinergia sia il mondo culturale, economico e sportivo. Non a caso l'attività turistica è controllata dalo stesso assessorato che coordina anche le attività economiche, particolarmente impegnate nella valorizzazione del centro storico e nella gestione dell'area San Decenzio scelta per il mercato settimanale del martedì. Infine, uno sguardo alle politiche tributarie rivolte alla gestione ordinaria dei trbuti comunali e alle attività di recupero dell'evasione (fino al 2010 rivolta prevalentemente al recupero dell'Ici).

[La sezione-archivio dedicata al Bilancio sociale]

Pesaro 0914 luogo di partecipazione: chi volesse informazioni e/o chiarimenti in merito agli articoli pubblicati nella colonna centrale della homepage (relativi all'attuazione del programma di mandato nelle varie deleghe assegnate agli assessorati), può scrivere a pesaro0914@comune.pesaro.pu.it.



Comune di Pesaro - P .iva: 00272430414 - contatti - Copyright © 2010-2014 - credits