Portale tematico del Comune di Pesaro dedicato
alla verifica dell'attuazione del programma di governo (Mandato 2009 - 2014)
Consiglio comunale
venerdì 29 maggio 2020
pubblicata da 6 anni, il 24 gennaio 2014 (venerdì) alle 17:57

"Italo", un'occasione per lo sviluppo economico e turistico di Pesaro

Categoria: Viabilità

Ceriscioli: "Il treno veloce permette di raggiungere località lontane in breve tempo, ma ci permette di farlo in maniera più rilassante e comoda rispetto all'auto. E inquina molto meno. Occorre farlo entrare tra le opzioni per gli spostamenti a lungo raggio".

PESARO - E' arrivato alla stazione ferroviaria di Pesaro addirittura con 5 minuti di anticipo, alle ore 12.20. Ad attendere « Italo » al binario 3 c'erano il sindaco di Pesaro Luca Ceriscioli, il presidente della Provincia Matteo Ricci, l'assessore alla Mobilità Andrea Biancani e il responsabile equipaggi e servizi di bordo di Italo Treno Ntv Tomaso Cognolato.

Grande la soddisfazione del sindaco per il treno ad alta velocità che dal 15 dicembre scorso fa tappa nella nostra città. «Siamo molto soddisfatti dell'arrivo di Italo, si tratta senza dubbio di una presenza importante per la nostra città, che abbiamo fortemente voluto. La concorrenza, in questo caso con Trenitalia, è altrettanto importante e ha già dato i suoi frutti perché la presenza di entrambi i treni veloci ha arricchito l'offerta per i cittadini pesaresi, per chi vuole venire nella nostra città per lavoro, turismo o per assistere a eventi sportivi. Significa avere a disposizione un mezzo straordinario. Il treno veloce permette di raggiungere località lontane in breve tempo, ma ci permette di farlo in maniera più rilassante e comoda rispetto all'auto. E inquina anche molto meno. Occorre quindi farlo entrare tra le opzioni per i nostri spostamenti a lungo raggio».

Molto soddisfatto anche Matteo Ricci: «Abbiamo ulteriomente rafforzato le possibilità di collegamento di Pesaro con il nord e sud. Lo abbiamo fatto con i lavori della terza corsia dell'autostrada e con le opere accessorie che abbiamo concordato con Società autostrade e che nei prossimi anni rafforzeranno ulteriormente il collegamento con la nostra città. E ora 'Italo' è molto importante perché aiuta lo sviluppo del nostro territorio dal punto di vista turistico ed economico. Abbiamo raccolto commenti molto positivi dai primi viaggiatori, per la comodità, la qualità e il rapporto qualità prezzo del servizo. Ringraziamo la dirigenza di Ntv che ha accolto la richiesta degli enti locali perché 'Italo' potesse passare e soprattutto fermare, a Pesaro».

«Siamo contenti e grati per il fatto che oggi le istituzioni locali abbiano dato il benvenuto a Italo nella stazione di Pesaro – ha sottolineato Tomaso Cognolato -. E' un segno di attenzione ci che fa molto piacere. L'Adriatica è una direttrice importante - , e merita un servizio più veloce, puntuale e di migliore qualità. Ntv, pur se in via sperimentale per testare il gradimento della clientela, cercherà di fare il proprio meglio. Vedremo nell'arco del 2014 come si prospetta il servizio e quali numeri riusciremo a completare alla fine dell'anno».

Infine l'assessore Andrea Biancani: «Il treno rientra nel programma di mobilità sostenibile del Comune. Chi abita a Pesaro per prendere il treno va alla stazione in bici, o a piedi, ma chi viene da fuori e ha bisogno di parcheggiare l'auto ora ha a disposizione il servizio che abbiamo attivato col parcheggio del Curvone, a tariffe agevolate: gli utenti possono utilizzare un autobus gratutio, ogni dieci minuti, che passa davanti al Curvone e collega la stazione del treno. Questo tutti i giorni, dalle 6.30 del mattino alle 20.30».

Fonte: Ufficio Stampa Comune di Pesaro

Pesaro 0914 luogo di partecipazione: chi volesse informazioni e/o chiarimenti in merito agli articoli pubblicati nella colonna centrale della homepage (relativi all'attuazione del programma di mandato nelle varie deleghe assegnate agli assessorati), può scrivere a pesaro0914@comune.pesaro.pu.it.



Comune di Pesaro - P .iva: 00272430414 - contatti - Copyright © 2010-2014 - credits