Portale tematico del Comune di Pesaro dedicato
alla verifica dell'attuazione del programma di governo (Mandato 2009 - 2014)
Consiglio comunale
domenica 9 agosto 2020
pubblicata da 8 anni, il 31 ottobre 2012 (mercoledì) alle 16:20

Boccata d’ossigeno per le finanze di Comuni e Province

Categoria: Regione, Provincia

Ai Comuni vengono trasferiti 51,2 milioni di euro, alle Province 30,8 milioni.

www.regione.marche.it

ANCONA - La Giunta regionale, dopo aver definito i criteri, ha anche approvato il riparto degli 82 milioni di euro di capacità di spesa trasferita dalla Regione a Comuni e Province per il pagamento delle imprese che hanno compiuto lavori ma che non possono essere saldate  per i vincoli del patto di stabilità nazionale.

Ai Comuni vengono trasferiti 51,2 milioni di euro, alle Province 30,8 milioni.
 
“Il patto verticale regionale di 82 milioni - afferma il Presidente Gian Mario Spacca - è un atto di solidarietà istituzionale molto oneroso che aiuterà la liquidità dell’economia e gli enti locali consentendo i pagamenti bloccati dai vincoli nazionali. Per la Regione, che affronta quest’anno tagli nazionali di -323 milioni di euro, si tratta di un sacrificio enorme. Nonostante ciò abbiamo ugualmente scelto di innalzare di 20 milioni la previsione iniziale del patto regionale, arrivando a trasferire 82 milioni di capacità di spesa della Regione per dare sostegno alle imprese, ai Comuni e alle Province delle Marche, in questa fase difficilissima per gli equilibri dei bilanci locali. Si considera la priorità dell’emergenza neve, come condiviso con gli enti locali, soprattutto di fronte al silenzio assordante del Governo nazionale. Si tratta di un impegno straordinario e originale del Governo delle Marche, utile per stimolare lo sviluppo di tutta la comunità regionale, che ci auguriamo sarà compreso e apprezzato dalle imprese, dai Comuni e dalle Province”.
 
Secondo l’assessore al Bilancio, Pietro Marcolini, il provvedimento rappresenta “una boccata d’ossigeno per le finanze esauste dei Comuni e delle Province e un sostegno concreto all’economia marchigiana, in  quanto consente il pagamento delle forniture di beni e servizi dove le amministrazioni locali registrano ritardi anche di due anni per l’impossibilità di spendere, a seguito dei vincoli posti dal Patto di stabilità nazionale, pur avendo i soldi in cassa”.

[In allegato il documento pdf con il riparto per Comuni e Province]

*****

La voce del Comune di Pesaro. 4.024 milioni euro al Comune di Pesaro grazie al Patto di stabilità verticale. Il Comune di Pesaro ringrazia la Regione per l'importante contributo. “Voglio ringraziare la giunta regionale e il presidente Gian Mario Spacca per lo sforzo che hanno compiuto anche quest'anno attraverso il Patto di stabilità verticale”, attacca l'assessore al Bilancio Antonello Delle Noci, che prosegue: “Nonostante i tagli ricevuti dalla spending review, che per la Regione assommano a oltre 300 milioni di euro, ancora una volta la politica regionale è riuscita a comprendere l'importanza delle autonomie locali, liberando 82milioni di euro che saranno fondamentali per il rispetto del Patto di stabilità da parte di tutti i Comuni e Province delle Marche. In particolare per il Comune di Pesaro le risorse liberate saranno di oltre 4 milioni di euro, il che significa che più di 200 fornitori verranno pagati, rimettendo in circolo risorse nell'economia del nostro territorio.
“Particolare attenzione è stata data a quei territori come il nostro che sono stati vittime del 'terremoto bianco' – prosegue Delle Noci -, a dimostrazione di una politica attenta alle calamità e soprattutto ai suoi cittadini. Questo segnale che arriva anche all'indomani dell'incontro delle due giunte – comunale e regionale - dimostra ancora di più la vicinanza e la solidarietà della Regione al nostro Comune e al nostro territorio”. Soddisfatto anche il sindaco: “E' la prima risposta concreta che arriva agli enti locali – spiega Luca Ceriscioli -. La Regione, almeno in parte, ha sopperito ai mancati impegni da parte dello Stato, compreso i danni della neve che rientrano tra i criteri di ripartizione dei fondi. Voglio quindi ringraziare il presidente Spacca e l'assessore Marcolini per la sensibilità e l'attenzione dimostrate, a conferma anche di quanto condiviso all'incontro fra le due giunte di pochi giorni fa. Dopo i finanziamenti per Fiorenzuola deliberati dal Cipe pochi giorni dopo l'incontro, questa è la seconda conferma della bontà degli impegni presi dalla Regione a quel tavolo”.

La voce della Provincia di Pesaro-Urbino. Matteo Ricci ringrazia la Regione: «Il presidente Gian Mario Spacca e l’assessore Pietro Marcolini hanno capito le problematiche e le difficoltà degli enti locali. Aggravate anche dalle spese per il ‘terremoto bianco’. Avevamo chiesto uno sforzo straordinario, come lo scorso anno, ed è stata ascoltata la nostra voce. Davvero un lavoro importante. L’intervento è decisivo perché permette alla Provincia e ai Comuni di rimanere dentro il patto. E questo mentre ancora non è stato stanziato un euro da Roma per l’emergenza neve e i trasferimenti sono praticamente azzerati. La misura – 82 milioni di euro per Comuni e Province in ambito regionale - consentirà di agire sulla capacità di spesa degli enti locali, per liberare i soldi in cassa delle amministrazioni bloccati dai vincoli».

Fonti: Uffici Stampa Regione Marche, Provincia di Pesaro-Urbino e Comune di Pesaro

Pesaro 0914 luogo di partecipazione: chi volesse informazioni e/o chiarimenti in merito agli articoli pubblicati nella colonna centrale della homepage (relativi all'attuazione del programma di mandato nelle varie deleghe assegnate agli assessorati), può scrivere a pesaro0914@comune.pesaro.pu.it.



Comune di Pesaro - P .iva: 00272430414 - contatti - Copyright © 2010-2014 - credits