Portale tematico del Comune di Pesaro dedicato
alla verifica dell'attuazione del programma di governo (Mandato 2009 - 2014)
Consiglio comunale
mercoledì 28 ottobre 2020
pubblicata da 9 anni, il 16 aprile 2012 (lunedì) alle 15:45

Educazione ambientale, partita la fase due del progetto raccolta differenziata

Categoria: Ambiente

Completato il piano di estensione della raccolta differenziata (secondo le modalità del porta a porta e della prossimità) in tutto il territorio comunale, Comune e Marche Multiservizi sono passati alla seconda fase, incentrata sul monitoraggio dei sistemi di raccolta e sull'educazione permanente dei cittadini.

www.gruppomarchemultiservizi.it

PESARO - Terminato il lavoro di estensione dei due sistemi di raccolta differenziata, ora è necessario puntare sull'aumento della qualità nella differenziazione dei rifiuti. E' la tanto attesa "fase due" del progetto di educazione al riciclo e alla sostenibilità ambientale varato anni fa da Comune e Marche Multiservizi. In sostanza, di cosa si tratta?

In agenda ci sono una serie di iniziative semplici ma incisive:

  • assemblee nei quartieri per confrontarsi con la cittadinanza sulle modalità di esecuzione della raccolta e sugli eventuali problemi incontrati, in programma nei mesi di aprile e maggio [approfondimenti];
  • monitoraggio nei quartieri da parte degli ispettori ecologici per verificare casa per casa le modalità di selezione dei rifiuti: di fatto gli ispettori verificheranno i sacchetto esposti controllando eventuali anomalie. In caso di gravi inadempienze verrà comminata una sanzione di 50 euro. Il calendario prevede  la visita degli ispettori a Villa San Martino-Tombaccia (16-21 aprile), Colombarone, Cattabrighe, Vismara, Santa Maria delle Fabbrecce (30 aprile-5 maggio), Villa Fastiggi e Villa Ceccolini (7-12 maggio), Santa Marina, Casteldimezzo, Fiorenzuola (14-19 maggio), Pozzo Alto, Borgo Santa Maria, Case Bruciate (21-26 maggio), Porto e Mare (28 maggio-1° giugno), Loreto e Muraglia (4-9 giugno), Montegranaro, Ledimar, Calcinari (11-16 giugno), Centro (18-23 giugno), Pantano-Cinque Torri (25-30 giugno), Trebbiantico, Novilara, Santa Maria dell'Arzilla, Candelara, Ginestreto (2-7 luglio), Soria e Baia Flaminia (9-14 luglio), Santa Veneranda (16-21 luglio), Torraccia (23-28 luglio).
  • diffusione nel prossimo numero di Con in uscita a metà aprile e consegnato in tutte le case, della nuova pubblicazione denominata "Vocabolario dei rifiuti":
  • estensione della raccolta degli oli vegetali in più punti della città e redazione della guida apposita denominata "Olivia".

In allegato un documento in pdf di Marche Multiservizi sulle modalità di conferimento dei rifiuti una volta differenziati.

Video-intervista al sindaco Luca Ceriscioli

Approfondimenti e materiali in pdf sul sito di Marche Multiservizi

Aggiornamento del 10 aprile 2012: il punto sulla RD nelle Marche

Diminuisce la produzione dei rifiuti, cresce la quota della differenziata. L’assessorato all’Ambiente della Regione ha diffuso i dati relativi al 2011. Le Marche hanno conseguito quasi il 50% di differenziata, con un incremento dell’8% rispetto al 2010. La produzione di rifiuti è diminuita di circa 30 mila tonnellate, quella pro-capite di 21 kg. In tre anni, la raccolta differenziata è quasi raddoppiata. L’assessore Sandro Donati esprime “grande soddisfazione” per i risultati conseguiti: “Le politiche regionali, in  materia di rifiuti, stanno dando riscontri positivi. È necessario incrementare la raccolta differenziata porta a porta, per consolidare ulteriormente questi traguardi. La Regione conferma l’impegno per promuovere la crescita costante di una cultura attenta all’ambiente attraverso un’opera capillare di informazione dei cittadini e di formazione degli amministratori locali”. Proprio sull’attività di informazione e formazione prosegue la collaborazione fra Regione Marche e Legambiente che, anche quest’anno, organizzeranno “Comuni ricicloni”. La manifestazione sarà presentata,  nei prossimi giorni, dal presidente di Legambiente Marche, Luigino Quarchioni, e dall’assessore Donati. [In allegato il documento della Regione Marche con tutti i dati]

Aggiornamento del 13 aprile 2012: i dati della RD aggiornati a marzo

Continua a crescere la percentuale di raccolta differenziata a Pesaro. A marzo 2012 la percentuale è al 67,77%, con una media che nel primo trimestre si attesta al 65,02%. "Un risultato raggiunto grazie alla grande risposta dei cittadini - commenta l'assessore Giancarlo Parasecoli - che voglio ringraziare per l'impegno quotidiano. Le oltre 450 richieste di contenitori per la raccolta di piccoli sfalci e potature (servizio verdeoro) dimostrano come i cittadini siano consapevoli che Comune e Marche Multiservizi hanno messo a disposizione ogni mezzo per poter permettere di ridurre al minimo la quantità di rifiuti che va in discarica".

Aggiornamento del 16 aprile 2012: dalla Regione nuovi criteri per le imprese che gestiscono rifiuti

Su proposta dell’assessore all’Ambiente, Sandro Donati, la  Giunta regionale  ha approvato i nuovi criteri per la prestazione delle garanzie finanziarie che dovranno prestare le imprese che gestiscono rifiuti. Il provvedimento si applicherà a partire dal 60esimo giorno dalla pubblicazione della deliberazione sul Bollettino regionale per dar tempo alle imprese di poter rispettare gli adempimenti previsti, superando quindi il termine del 2 maggio fissato in atti precedenti. “La deliberazione - ha detto l’assessore Donati - è il risultato di un’ampia e positiva fase di concertazione con le associazioni di categoria e con le Province e migliora, chiarendo e semplificando, la situazione esistente che era molto complessa e articolata nelle diverse province“. Le garanzie finanziarie sono state definite in funzione della fase di gestione (stoccaggio o trattamento) e del livello pericolosità dei rifiuti, privilegiando comunque chi effettua operazioni di recupero. Sono stati, infatti, previsti importi più contenuti, che comunque garantiscono le risorse per il ripristino di eventuali danni ambientali, per particolari tipologie che riguardano elevate quantità di rifiuti stoccati o trattati (come gli rifiuti inerti) o specifiche attività, per lo più del settore artigiano o delle Pmi (ad esempio l’autorecupero di solventi) o che hanno un minimo impatto (recupero cartucce toner). Il provvedimento servirà anche per evitare distorsioni di mercato fra imprese operanti nello stesso settore e a garantire i Comuni, nel caso in cui dovessero intervenire per la bonifica di siti inquinati. “Si è cercato, da un lato, di semplificare e dall’altro, garantendo comunque un adeguato livello di tutela ambientale, di non gravare sulle imprese in un momento di difficoltà. Ritengo – conclude Donati – che sia da apprezzare l’impegno della Regione nella ricerca di questo equilibrio e, soprattutto, il metodo di confronto che si è sviluppato con le rappresentanze delle imprese industriali e artigianali e con gli operatori del settore rifiuti”.

Testi realizzati in collaborazione o traendo spunto dagli uffici stampa del Comune di Pesaro e della Regione Marche.

Pesaro 0914 luogo di partecipazione: chi volesse informazioni e/o chiarimenti in merito agli articoli pubblicati nella colonna centrale della homepage (relativi all'attuazione del programma di mandato nelle varie deleghe assegnate agli assessorati), può scrivere a pesaro0914@comune.pesaro.pu.it.



Comune di Pesaro - P .iva: 00272430414 - contatti - Copyright © 2010-2014 - credits