Portale tematico del Comune di Pesaro dedicato
alla verifica dell'attuazione del programma di governo (Mandato 2009 - 2014)
Consiglio comunale
venerdì 23 ottobre 2020
pubblicata da 9 anni, il 25 giugno 2011 (sabato) alle 12:00

Con Pesaro altri cinque Comuni sopra il 50% di rifiuti differenziati

Raccolta differenziata e tariffe idriche: il sindaco traccia un quadro sovracomunale illustrando traguardi raggiunti e obiettivi futuri.

raccoltadifferenziata

PESARO - Il sindaco Luca Ceriscioli nella consueta conferenza stampa del venerdì ha fatto il punto sui dati della raccolta differenziata relativi non solo alla città di Pesaro, ma anche agli altri cinque Comuni della provincia che hanno superato nelle ultime settimane la soglia del 50%. Oltre a Pesaro (50,33), anche Montelabbate (59,28), Colbordolo (56,98), Monteciccardo (56,50), Gradara (51,65) e Montecalvo (61,86) procedono spediti verso il traguardo del 65% imposto dalla normativa europea entro la fine del 2012.

L'occasione colta da Ceriscioli per tracciare un ulteriore quadro della situazione in tema di raccolta dei rifiuti (a fine maggio aveva indetto una conferenza stampa sul tema in compagnia dell'assessore all'Ambiente Giancarlo Parasecoli) è stata data dall'assessore regionale Sandro Donati, il quale in questi giorni era stato prima protagonista di uno scambio di vedute con il presidente della Provincia Matteo Ricci (oggetto: accoglimento di 1.500 di rifiuti napoletani) e poi aveva dichiarato che nella provincia di Pesaro-Urbino non vi erano Comuni al di sopra del 50% di raccolta. Dato smentito dall'ultimo proiezione trimestrale di Marche Multiservizi.

Porta a porta a Pantano. Complimentandosi con i residenti del quartiere Pantano per la grande partecipazione e collaborazione alle assemblee informative sull'introduzione del porta a porta (Pantano "alta" partirà lunedì 27 giugno, mentre la parte "bassa" del quartiere entro metà luglio), Ceriscioli ha annunciato che l'estensione di questo sistema di raccolta ad un quartiere di 14mila abitanti darà la spinta decisiva al Comune di Pesaro per raggiungere il traguardo del 65% di differenziazione. [news + vademecum]

Tariffe idriche. Nella seconda parte della conferenza stampa il sindaco ha chiarito alcuni aspetti legati alle tariffe idriche nei 54 Comuni della provincia serviti da Marche Multiservizi. "Non ha senso fare differenze - peraltro basate su pochi centesimi di euro - tra le tariffe di Pesaro e Fano. Infatti con Marche Multiservizi siamo riusciti ad uniformare le tariffe idriche di 54 Comuni della Provincia, procurando un risparmio importante a tanti Comuni dell'entroterra. Quindi l'obiettivo raggiunto grazie a Marche Multiservizi va letto come un atto di solidarietà della costa nei confronti dell'entroterra". Conclusione con un messaggio di speranza: "Ovvio che l'obiettivo è arrivare ad una tariffa idrica provinciale, per poi puntare ad avere un ruolo di esempio anche a livello regionale".

[Video a cura di Videosindacopesaro]

Approfondimenti: approvazione patti parasociali e modalità di servizio igiene urbana

Pesaro 0914 luogo di partecipazione: chi volesse informazioni e/o chiarimenti in merito agli articoli pubblicati nella colonna centrale della homepage (relativi all'attuazione del programma di mandato nelle varie deleghe assegnate agli assessorati), può scrivere a pesaro0914@comune.pesaro.pu.it.



Comune di Pesaro - P .iva: 00272430414 - contatti - Copyright © 2010-2014 - credits