Portale tematico del Comune di Pesaro dedicato
alla verifica dell'attuazione del programma di governo (Mandato 2009 - 2014)
Consiglio comunale
mercoledì 28 ottobre 2020
pubblicata da 10 anni, il 14 maggio 2010 (venerdì) alle 14:03

"Pax per aquam", e il Foglia torna fruibile

Categoria: Mobilità, Ambiente

Il Soroptimist di Pesaro, con la collaborazione di Comune e Provincia, ha reso fruibile, con un intervento di riqualificazione, l’antico sentiero che corre lungo l’argine destro del fiume Foglia dal Ponte Vecchio a via Ponchielli.

ponte-vecchio

Il Ponte Vecchio visto dal tratto di Bicipolitana già esistente

PESARO - Il Soroptimist di Pesaro, col progetto dell’architetto Fiammetta Malpassi e la collaborazione del Comune di Pesaro e della Provincia di Pesaro e Urbino, ha di nuovo reso fruibile, con un intervento di riqualificazione, l’antico sentiero che corre lungo l’argine destro del fiume Foglia dal Ponte Vecchio a via Ponchielli. I 1.400 metri circa del tracciato rimesso a nuovo e tirato a lucido (700 dei quali, da Parco Miralfiore a via Ponchielli sono stati sistemati dal Comune), attraversano grazie ad una «linea pedonale» i punti intermedi del parco XXV Aprile (anch’esso riqualificato già nel 2009 grazie all’intervento dell’allora assessore all’Ambiente Gloriana Gambini, progetto poi proseguito e ultimato da Parasecoli), il ponte della Ferrovia, il parco Miralfiore e via Ponchielli, in quell’area fluviale che dovrebbe diventare il più grande parco urbano della città.

Il progetto. Avviato nel 2008, nel 40esimo anno di vita del Soroptimist, il progetto «Foglia, il fiume da vivere», porta l’ambizioso nome di «Pax per aquam», «La pace ottenuta grazie all’acqua». Va considerato che sulla direttiva Ponte Vecchio - via Ponchielli, sono stati realizzati, a livello complessivo, importanti interventi di ripulitura e riqualificazione: sul lato destro del Foglia c’è il percorso pedonale, mentre su quello sinistro sta nascendo la pista ciclabile dedicata a Umberto Cardinali. Dall’alto del Ponte Nuovo (dove scorre la statale 16) si vedevano, fino al 2008, anche le macerie del manufatto distrutto durante la seconda guerra mondiale e che lo stesso Soroptimist, con bella iniziativa, aveva fatto rimuovere pulendo così il letto del fiume.

I commenti. «Il sentiero – spiega la past president del Soroptimist Silvia Pantanelli – è di una bellezza paesaggistica unica. Volevamo valorizzarlo, renderlo fruibile, così da restituire alla città un percorso poco conosciuto, ma di grande valore ambientale. Recuperarlo ha richiesto, oltre ai necessari permessi “tecnici”, tutta una serie di interventi di bonifica e riqualificazione, come lo sgombero dal letto del fiume, proprio all’altezza del Ponte Nuovo, delle vecchie macerie di guerra che ostacolavano il normale deflusso delle acque, nonché i piccoli natanti. In più tutta l’area era pressoché inutilizzata da tempo e prima di renderla nuovamente fruibile si è dovuto curarne ogni dettaglio, dalla pulizia alla messa a dimora di nuove piante, fino all’installazione della segnaletica».
«Il vecchio sentiero in terra battuta – spiega l’architetto Fiammetta Malpassi - è stato sostituito da una nuova pavimentazione in tufo. Una staccionata in legno delimita tutto il camminamento e ci sono cartelli con informazioni sul percorso. In più, grazie all’Aspes, il piazzale di lavorazione dei rifiuti che s’incontra strada facendo è stato opportunamente schermato attraverso un telo e nuove piantumazioni».

[Lo speciale realizzato da VideoProvincia sul progetto "Pax per aquam"]

Pesaro 0914 luogo di partecipazione: chi volesse informazioni e/o chiarimenti in merito agli articoli pubblicati nella colonna centrale della homepage (relativi all'attuazione del programma di mandato nelle varie deleghe assegnate agli assessorati), può scrivere a pesaro0914@comune.pesaro.pu.it.



Comune di Pesaro - P .iva: 00272430414 - contatti - Copyright © 2010-2014 - credits