Portale tematico del Comune di Pesaro dedicato
alla verifica dell'attuazione del programma di governo (Mandato 2009 - 2014)
Consiglio comunale
giovedì 4 giugno 2020
pubblicata da 10 anni, il 14 ottobre 2010 (giovedì) alle 12:09

Affido familiare, un'opportunità per crescere nell'accoglienza

I Comuni di Pesaro, Pian del Bruscolo, Mombaroccio, Gradara e Gabicce lanciano un appello alle famiglie pesaresi, rilanciando lo strumento dell’affido. In partenza un corso di formazione.

staff-affido

Lo staff impegnato nei progetti di affido

PESARO - Ci sono tanti bambini che hanno bisogno di una famiglia che possa garantire loro amore, sostegno, educazione. Bambini che vivono situazioni più o meno gravi di disagio nella famiglia d’origine, e che piuttosto che essere ospitati in una struttura, potrebbero essere accolti da una coppia che, attraverso l’affido, si impegna a sostenerli materialmente ed affettivamente, senza che perdano il rapporto con i genitori naturali.

La proposta dei Comuni dell’Ambito Territoriale Sociale n° 1. I Comuni (Pesaro, Pian del Bruscolo, Mombaroccio, Gradara e Gabicce) lanciano un appello alle tante famiglie pesaresi, rilanciando lo strumento dell’affido, «un gesto d’amore disinteressato e produttivo — afferma la vicesindaco Giuseppina Catalano, avente la delega alla Famiglia,  — che risponde a precisi bisogni e rappresenta un’opportunità di crescita per tutti. Un mezzo che unisce la massima utilità alla razionalizzazione delle risorse».

Il quadro delle assistenti sociali. «In questo momento ci sono 9 bambini in attesa — racconta Stefania Vicentini, assistente sociale del Comune di Gradara — e 12 famiglie disponibili. Ma il numero non è sufficiente — spiega — perché è importante che ci siano abbinamenti giusti per garantire il buon fine dell’esperienza. Ogni famiglia ha diverse capacità, disponibilità e tempi che non sempre coincidono con le esigenze dei bambini». «Chiunque può diventare genitore affidatario — chiarisce Elide Principi, referente del Servizio affido per il Comune — non ci sono limiti di età, né sono richiesti requisiti di reddito, titoli di studio o conoscenze in campo psicologico. E’ invece necessaria un’apertura e la disponibilità ad accogliere una creatura accettando il suo mondo e la sua storia, senza pregiudizi. Occorre la volontà di accompagnare il bimbo per un tratto di strada più o meno lungo, senza la pretesa di cambiarlo, ma aiutandolo a sviluppare e valorizzare le sue potenzialità. Significa quindi — conclude la Principi — essere una famiglia in più, e non un’alternativa a quella d’origine, nella consapevolezza del rientro del ragazzo a casa dei genitori naturali».

L’iter per diventari “affidatari”. Il percorso per diventare famiglia affidataria si concretizza con dei colloqui e una visita domiciliare con l’assistente e la psicologa del servizio affidi. Questo per consentire agli operatori di conoscere le reali potenzialità degli affidatari ed individuare così l’abbinamento bimbo/famiglia più adeguato. Ma il sostegno prosegue anche dopo, e avviene sia individualmente che in gruppo: da anni infatti le famiglie affidatarie si incontrano mensilmente seguite da assistenti e psicologi, venendo incontro al bisogno di condivisione che poi diventa punto di «formazione» permanente.

Prima la formazione. A novembre partirà un corso di “info-formazione” rivolto a famiglie o singoli per far conoscere le problematiche dell’affido. Quattro incontri (a Villa Fastiggi) per sviscerare temi, percorsi e dinamiche che si sviluppano quando si accoglie un bimbo in famiglia.

Info per la formazione: 0721 387296 e volantino allegato.

Info per l'affido: www.ambitosociale.comune.pesaro.pu.it o 0721 387 296/401.

Fonte: articolo di Francesca Pedini pubblicato su “Il Resto del Carlino” – Pesaro del 14/10/2010

Pesaro 0914 luogo di partecipazione: chi volesse informazioni e/o chiarimenti in merito agli articoli pubblicati nella colonna centrale della homepage (relativi all'attuazione del programma di mandato nelle varie deleghe assegnate agli assessorati), può scrivere a pesaro0914@comune.pesaro.pu.it.



Comune di Pesaro - P .iva: 00272430414 - contatti - Copyright © 2010-2014 - credits