Portale tematico del Comune di Pesaro dedicato
alla verifica dell'attuazione del programma di governo (Mandato 2009 - 2014)
Consiglio comunale
mercoledì 1 aprile 2020
pubblicata da 10 anni, il 16 luglio 2010 (venerdì) alle 19:38

A Villa Fastiggi la nuova biblioteca "Impastato"

Categoria: Cultura, Nuove Opere

La biblioteca sarà intitolata a Giuseppe Impastato, ucciso dalla mafia all'età di 30 anni. Ha una superficie di 130 metri quadri ed è composta da una grande sala aperta all'utenza per la consultazione, il prestito, gli incontri a tema e da una saletta ad uso ufficio.

villafastiggi-biblioteca

L'esterno della biblioteca

PESARO - Venerdì 16 luglio si inaugura una nuova biblioteca in via della Concordia a Villa Fastiggi, che sarà dedicata al "martire della mafia" Peppino Impastato, più volte ricordato anche recentemente in iniziative pubbliche locali.

La biblioteca, nei locali recentemente completati al piano terra del Centro civico, ha una superficie di 130 metri quadri ed è composta da una grande sala aperta all'utenza per la consultazione, il prestito, gli incontri a tema e da una saletta ad uso ufficio. Nella sala grande è presente anche un piccolo soppalco di 23 metri quadri. La sala principale è suddivisa in spazi a destinazione specifica: l'area esposizione novità editoriali; l'area ricezione e prestito; la sala bambini allestita con arredi simpatici e colorati; la sala lettura per ragazzi e adulti e l'area multimediale sotto il soppalco. La scala, che funge da elemento divisorio di parte dellasala delimita lo spazio per l'emeroteca. Un sistema di segnaletica integrato agevolerà la ricerca dei testi. Sul soppalco, infine, è stata ricavata un'estensione della sala lettura per ragazzi e adulti. La biblioteca può contare su un patrimonio librario di circa 8.000 volumi; su una parete interna della struttura è stato collocato un disegno  dell’illustratrice slovena Maja Celia.

Come si accennava in apertura, la biblioteca sarà intitolata a Giuseppe Impastato (1948-1978), ucciso dalla mafia all'età di 30 anni. La sua colpa fu quella di aver rotto con la sua famiglia legata alla mafia, aver promosso attività culturali, iniziative giornalistiche e in campo massmediatico, oltrechè iniziative politiche e sociali, che alimentarono un forte movimento giovanile antimafia.

[Dettaglio del progetto su pesaronuoveopere.it]

Pesaro 0914 luogo di partecipazione: chi volesse informazioni e/o chiarimenti in merito agli articoli pubblicati nella colonna centrale della homepage (relativi all'attuazione del programma di mandato nelle varie deleghe assegnate agli assessorati), può scrivere a pesaro0914@comune.pesaro.pu.it.



Comune di Pesaro - P .iva: 00272430414 - contatti - Copyright © 2010-2014 - credits