Portale tematico del Comune di Pesaro dedicato
alla verifica dell'attuazione del programma di governo (Mandato 2009 - 2014)
Consiglio comunale
mercoledì 1 aprile 2020
pubblicata da 9 anni, il 29 novembre 2010 (lunedì) alle 00:06

Santa Colomba, firmato il protocollo Comune-sindacati

Firmato il protocollo d'intesa tra Comune e sindacati per la riforma della casa di riposo comunale.

santacolomba-accordocomunesindacati

La presentazione del protocollo d'intesa

PESARO - Il sindaco Ceriscioli e i sindacati Cgil, Cisl e Uil, hanno firmato il protocollo d’intesa per la riforma di Santa Colomba. Un documento di cinque pagine dove si cerca di mettere in chiaro la componente degli indirizzi di welfare.

Parla Delle Noci. «La proprietà della struttura resterà pubblica - afferma l’assessore al Bilancio Antonello Delle Noci, presente ieri insieme al collega dei Servizi Sociali Gerardo Coraducci - Casa Aura sarà gestita dal Comune, mentre Roverella verrà data in concessione al privato. Le tariffe di entrambe le strutture resteranno identiche e in mano all’ente pubblico. Ci siamo presi l’impegno di non aumentarle per i prossimi tre anni».

Minutaggio garantito. La partita più aspra è stata senza dubbio quella del minutaggio assistenziale. Ma alla fine tutte e tre le sigle sindacali si sono accordate con l’amministrazione: «Siamo ben oltre i parametri regionali - evidenzia Delle Noci - 103 minuti di assistenza diretta, con 110 minuti per i casi più gravi». E il segretario della Cgil Roberto Ghiselli aggiunge: «Questi sono minuti di assistenza vera, ai quali vanno aggiunti i 20 minuti di assistenza infermieristica coperti dall’Asur».

L'appello a Palazzo Raffaello. Ma quello che la Regione dà per Santa Colomba non soddisfa affatto le parti. Per questo nel protocollo, tra i compiti del Comune, è stato inserito “l’impegno ad incrementare i minuti di assistenza, fino al ripristino delle attuali condizioni (120 minuti, ndr), a fronte dell’auspicato riconoscimento, da parte della Regione, di posti letto in regime Rsa. E dell’eventuale incremento delle risorse disponibili, anche a fronte di apporti da parte di soggetti esterni (come la Fondazione Carisp, ndr)».

Garanzie su gestione e personale. Entro la fine dell’anno verrà pubblicato il bando nel quale «ci sarà un punteggio assegnato a chi garantirà un’offerta di assistenza migliore». Chiunque sarà il privato che da febbraio gestirà Casa Roverella, «dovrà riassumere tutti gli attuali lavoratori delle cooperative che operano a Santa Colomba». Ma durante il periodo in cui il gestore ristrutturerà i tre piani di Casa Roverella, investendo quattro milioni di euro e creando 60 posti letto in più, «8-10 unità lavorative saranno in esubero». E potrebbero restare così fino al 31 dicembre 2012, data che il protocollo fissa come termine ultimo di consegna dei lavori. «Ci confronteremo con il privato perchè gestisca questa fase di transizione con la cassa integrazione, oppure con un contratto di solidarietà che preveda rotazione tra tutti i lavoratori», afferma Sauro Rossi della Cisl.

Fonte: estratto da un articolo di Thomas Delbianco pubblicato su "Il Messaggero - Pesaro" del 27/11/2010.

Pesaro 0914 luogo di partecipazione: chi volesse informazioni e/o chiarimenti in merito agli articoli pubblicati nella colonna centrale della homepage (relativi all'attuazione del programma di mandato nelle varie deleghe assegnate agli assessorati), può scrivere a pesaro0914@comune.pesaro.pu.it.



Comune di Pesaro - P .iva: 00272430414 - contatti - Copyright © 2010-2014 - credits