Portale tematico del Comune di Pesaro dedicato
alla verifica dell'attuazione del programma di governo (Mandato 2009 - 2014)
Consiglio comunale
venerdì 19 ottobre 2018
pubblicata da 7 anni, il 3 agosto 2011 (mercoledì) alle 10:00

"C'entro in bici" con la bicicletta pubblica condivisa

Categoria: Mobilità

Il Servizio Mobilità sta investendo tempo ed energie nel "bike-sharing", potenziando da 20 a 58 il numero di bici disponibili in sei punti strategici della città: stazione in piazzale Falcone-Borsellino, San Decenzio lato via Mirabelli, via dell'Acquedotto, piazzale Matteotti e piazzale della Libertà, oltre al parcheggio coperto sotto il Tribunale (lato San Decenzio).

www.pesaromobilita.it

PESARO - Il servizio “C’entro in bici” si inserisce nell’ambito delle politiche per la mobilità sostenibile tese al miglioramento dell’accessibilità e della qualità dell’aria, con l’obiettivo di orientare le abitudini di spostamento verso modalità a minore impatto ambientale, creando sempre maggiori opportunità alternative all’uso dell’auto privata.

“In questi ultimi due anni l’Amministrazione comunale ha inteso dare grande impulso all’uso della bicicletta in ambito urbano – spiega l’assessore alla Mobilità Andrea Biancani -  attraverso la progressiva realizzazione degli itinerari ciclabili della Bicipolitana, affiancando a ciò anche lo sviluppo di servizi integrativi quali il sistema delle biciclette pubbliche, il miglioramento della sosta; di iniziative di sensibilizzazione ed educative quali la giornata nazionale della bicicletta, bimbinbici, progetti educativi nelle scuole e della comunicazione dedicata alla mobilità sostenibile”.
 
Prosegue inoltre la promozione dell’intermodalità e la riqualificazione dei parcheggi esistenti come nodi di scambio, attraverso la predisposizione di strutture e servizi per favorire lo scambio tra diversi mezzi di trasporto, privilegiando e valorizzando l’utilizzo della bicicletta come mezzo più idoneo per gli spostamenti brevi all’interno dell’area urbana.

Il servizio di bike sharing (bicicletta pubblica condivisa) è stato attivato a Pesaro nel 2006 come progetto pilota, rivolto ai dipendenti di enti ed organizzazioni con sede nel centro storico (appartenenti all’Osservatorio Mobilità e Tempi), per favorire l’intermodalità e l’uso della bici negli spostamenti sistematici casa-lavoro, in considerazione del fatto che ogni giorno migliaia di persone raggiungono per motivi di lavoro il centro urbano.

Negli ultimi mesi, grazie anche ad ulteriori co-finanziamenti della Regione Marche, è stato possibile ampliare notevolmente il parco mezzi e aumentare il numero delle postazioni, con l’obiettivo di render fruibile il servizio a tutti: cittadini, ospiti temporanei in città, lavoratori e studenti.
 
Le 58 bici sono prelevabili in 6 postazioni [info nel totem in pdf]

• Stazione dei treni e degli autobus (largo Falcone e Borsellino) – 24 bici
• Parcheggio scambiatore San Decenzio (via Mirabelli) – 8 bici
• area sosta gratuita per biciclette c/o parcheggio San Decenzio – 6 bici
• Parcheggio scambiatore via dell’Acquedotto – 4 bici
• piazzale Matteotti (vicino alle fermate bus) – 8 bici
• piazza della Libertà (vicino “Palla di Pomodoro”) – 8 bici

Tre novità. I punti di bike sharing introdotti dal mese di agosto sono presso il parcheggio di via dell'Acquedotto, in piazzale della Libertà e il parcheggio-bici al coperto e custodito presso il Tribunale. Inoltre alla stazione i posti disponibili sono passati da 10 a 24 e al San Decenzio da 6 a 8.

Totem. Presso ciascuno dei sei punti di bike-sharing indicati sarà presente un totem informativo contenente tutte le notizie utili a chi volesse usufruire della bicicletta pubblica condivisa: come ritirare la chiave, chi chiamare per eventuali problemi, la mappa della città di Pesaro con indicati i punti bici, i riferimenti utili all'interno dell'Amministrazione comunale.

Bici sportive. Il parco bici è stato in gran parte rinnovato introducendo mezzi più leggeri e funzionali anche a lunghe passeggiate lungo i percorsi della Bicipolitana. Si ricorda che le bici hanno le "gomme piene" per evitare forature e sono realizzati in materiali resistenti e antiruggine per resistere alle intemperie.

L'importanza della gratuità. Il servizio è gratuito se si pensa di utilizzare la bici fino ad un massimo di cinque giorni (esempio: turisti) mentre per chi volesse utilizzarla per lunghi periodi (per motivi di lavoro o altro) è previsto un pagamento di 10 euro una tantum che rappresentano il "costo vivo" della chiave, che diventa di proprietà del cittadino il quale può utilizzarla anche nelle altre città che prevedono lo stesso servizio (quindi Senigallia, Misano Adriatico, Riccione, Rimini, Cesena, Faenza, Bologna e altre più distanti). La chiave contiene all'interno un codice che permette di rilevare chi sta utilizzando quella precisa bicicletta: inoltre è attivo un sistema che consente al Servizio Mobilità di rilevare statisticamente quante volte e quant ore viene utilizzata ogni singola bici di ogni punto di bike-sharing. "Questo ci permetterà fra sei mesi o un anno di approntare eventuali miglioramenti al servizio, potenziando le zone con maggiore richiesta", puntualizzando Biancani e la mobility-manager del Comune di Pesaro, Paola Stolfa. Finora sono state rilasciate 130 chiavi.

[Dettaglio dell'iniziativa sul portale istituzionale]

[Delibera di Giunta del 02/08/2011]

CINQUE MOTIVI PER USARE LE DUE RUOTE

- Facile come ... andare in bicicletta
La bici è facile da usare, economicamente alla portata di tutti e, sulle distanza brevi (2 km) più veloce delle autovetture.

- Pensa alla salute!
Fare una moderata attività fisica, come utilizzare la bicicletta, aiuta a mantenere un'efficiente forma fisica, riducendo il rischio di infarto, l'ipertensione, l'obesità.

- Risparmiamo tutti
Utilizzando le due ruote potrai risparmiare i soldi per il carburante, e  anche la collettività ne tra beneficio, visto che la manutenzione delle piste ciclabili richiede costi esigui. Inoltre anche il costo per la manutenzione della bici è molto basso.

- Zero emissioni
Non vi è nessun gas di scarico e nessuna forma di inquinamento acustico. L'uso della bici, a scapito di altri mezzi, rende  la città certamente più vivibile e piacevole.

- Libera le strade
Con l'utilizzo della bicicletta si liberano le strade dall'ingombrante presenza delle autovetture, con il conseguente calo dello stress dovuto all' utilizzo delle automobili.

Info: www.pesaromobilita.it - bike-sharing - Facebook Mobilità Sostenibile Pesaro

Fonte: Ufficio Stampa del Comune di Pesaro e Servizio Mobilità.

Pesaro 0914 luogo di partecipazione: chi volesse informazioni e/o chiarimenti in merito agli articoli pubblicati nella colonna centrale della homepage (relativi all'attuazione del programma di mandato nelle varie deleghe assegnate agli assessorati), può scrivere a pesaro0914@comune.pesaro.pu.it.



Comune di Pesaro - P .iva: 00272430414 - contatti - Copyright © 2010-2014 - credits