Portale tematico del Comune di Pesaro dedicato
alla verifica dell'attuazione del programma di governo (Mandato 2009 - 2014)
Consiglio comunale
mercoledì 15 agosto 2018
pubblicata da 7 anni, il 18 giugno 2011 (sabato) alle 18:10

Vismara e Cattabrighe, via la zona industriale e spazio al residenziale

Categoria: Urbanistica

"Operazione qualità" tra Vismara e Cattabrighe, dove è stato demolito l'ex capannone industriale di Belligotti per fare spazio ad una nuova zona residenziale. Bonificati 2.800 quintali di amianto e assegnato l'appalto per le opere di urbanizzazione, che precederanno la costruzione degli edifici.

bonifica-amianto

Operai impegnati nella rimozione di amianto

PESARO - Demolita l'ex fabbrica Belligotti - tra Vismara e Cattabrighe - ed eliminata la distesa di amianto che fungeva da copertura del fabbricato industriale. Un'operazione promossa dall'assessorato all'Urbanistica nell'ambito del progetto di riqualificazione della zona, che andrà ad ospitare edifici residenziali abbelliti da ciclabili, marciapiedi e aree verdi.

Eternit che si trovava a due passi dalle abitazioni, in quanto l’area, nata come zona industriale, nel tempo si è trasformata in industriale urbana. “Un intervento importante dal punto di vista della salute, ma anche urbanistico — sottolinea l’assessore Luca Pieri — perché ci permette di riqualificare e migliorare molto la qualità del quartiere. Abbiamo definitivamente tolto residui industriali da quello che è un centro abitato, trasformandolo tutto in residenziale, in cui saranno create piazze, nuove strade, una pista ciclabile con un grande parco intorno". 

Il progetto prevede 18.000 metri quadri di edificazione, che si estenderà (oltre all’area ex Belligotti) anche nella zona attigua. "Quella zona era già edificabile nel Prg. Non c’è stata alcuna variante urbanistica — sottolinea Pieri —. L’obiettivo rimane costruire sul costruito. Noi buttiamo giù 15.000 metri quadri di amianto e se ne costruiscono 18.000 in un’area molto più grande, che prevede 46.000 metri quadri di spazio pubblico, in cui sono compresi strade, parcheggi e verde. Anzi, le dirò di più, il progetto parla di 35.000 metri quadri di parco pubblico già diventati di proprietà comunale perché ceduti dall’impresa Bertozzini alla stipula della convenzione urbanistica".

Nardo Goffi. "Nei 35.000 metri quadri di verde pubblico è inclusa anche una cassa d’espansione per il Fosso della ranocchia — spiega il dirigente del Servizio urbanistica Goffi —. Un parco verde di 20.000 metri quadri in cui si creerà un invaso da 30.000 metri cubi che servirà a mettere in sicurezza tutto il quartiere di Vismara in caso di piena del torrente. Anche questa è già stata ceduta al Comune da Bertozzini e sarà da loro realizzata". "La grande rivoluzione — aggiunge Pieri — è che oggi da Cattabrighe per arrivare a Vismara (dove ci sono tutti i servizi per i cittadini) si deve prendere la Statale, che più che un collegamento, a volte è una barriera. Con la nuova strada si potrà arrivare da un posto all’altro in un lampo, e in sicurezza, grazie a marciapiedi, ciclabile e via del parco".

Nei giorni scorsi è stata assegnata la gara d’appalto per le opere di urbanizzazione: se ne occuperà l'impresa Casavecchia, che per un importo di 2.615.000 euro realizzerà strade, piazza, giardini e servizi. L’impresa Bertozzini intende realizzare prima infrastrutture e servizi pubblici, e successivamente le abitazioni.

[Dettaglio sul sito Qualità Urbana]

Fonte: estratto da un articolo di Francesca Pedini pubblicato su "Il Resto del Carlino - Pesaro" del 18/06/2011.

Pesaro 0914 luogo di partecipazione: chi volesse informazioni e/o chiarimenti in merito agli articoli pubblicati nella colonna centrale della homepage (relativi all'attuazione del programma di mandato nelle varie deleghe assegnate agli assessorati), può scrivere a pesaro0914@comune.pesaro.pu.it.



Comune di Pesaro - P .iva: 00272430414 - contatti - Copyright © 2010-2014 - credits