Portale tematico del Comune di Pesaro dedicato
alla verifica dell'attuazione del programma di governo (Mandato 2009 - 2014)
Consiglio comunale
mercoledì 13 dicembre 2017
pubblicata da 6 anni, il 18 luglio 2011 (lunedì) alle 10:02

La Bicipolitana cresce ancora grazie alle opere di urbanizzazione

Biancani: «Arriveremo a coprire 200 chilometri di piste ciclabili. Non ci sono risorse comunali, ma le realizzeremo con le opere di urbanizzazione, chiedendo a chi vorrà ampliare i propri stabilimenti produttivi o realizzare altre edificazioni, di pagare tratti di ciclabile per la città.».

www.pesaromobilita.it

PESARO -  Prosegue "a spron battuto" l'ambizioso piano dell'Amministrazione comunale di coprire il territorio comunale di una fitta rete di piste ciclabili, fino ad arrivare al traguardo-record di 200 chilometri.

Il progetto, ribadito continuamente dal sindaco e dall'assessore alla Mobilità Andrea Biancani (in collaborazione con il collega delle Opere pubbliche Rito Briglia) prevede il collegamento, con una fitta rete di ciclabili, del centro storico-zona mare con tutti i quartieri periferici della città. Collegamenti che supereranno anche gli ostacoli naturali, come il fiume Foglia, all’altezza di via Milano, dove «entro la prossima estate, se siamo fortunati - afferma Luca Ceriscioli - nascerà il ponte ciclopedonale in acciaio. Il progetto esecutivo è pronto, ora attendiamo la Conferenza dei Servizi, poi il via ai lavori». Un asse che sarà una cerniera tra la pista ciclabile Ponte Vecchio-Adriatic Arena, che ha permesso di riscoprire l’asta fluviale, e il nuovo percorso che correrà sull’altro lato del fiume, a fianco all’Athletic Club.

Il problema, rimarcato più volte dagli amministratori, resta quello di come finanziare queste ciclabili. «La manovra finanziaria estiva 2011 ci costerà la decurtazione di 10 milioni di euro fino al 2014», ha suonato l’allarme il sindaco. Con le casse pubbliche che tendono a svuotarsi e l’intenzione del Comune di non diminuire i servizi al cittadino, sembra impossibile sentir parlare di un futuro con 200 chilometri di piste ciclabili, che rappresentano la metà dei 400 chilometri di strade presenti sul territorio comunale.

E allora si guarda ad una nuova politica che associa mobilità e urbanistica, la quale spingerà il Comune a chiedere a chi vorrà ampliare i propri stabilimenti produttivi o a realizzare altre edificazioni, di pagare tratti di ciclabile per la città. I primi esempi ci sono già: «la ciclabile che dalla Torraccia arriverà fino al galoppatoio, sarà finanziata da uno scatolificio che si vuole ampliare (quella pista verrà poi prolungata addirittura fino a Borgo Santa Maria, ndr) - spiega il sindaco - e anche la ciclabile a fianco all’Athletic Club sarà il frutto di un’altra opera di urbanizzazione».

Il Comune, con le proprie risorse potrà dare un mano, ma la spinta dovrà arrivare dai privati. «Noi finanzieremo la ciclabile di via Tolmino - affermano gli assessori Biancani e Briglia - che, costeggiando la ferrovia, si congiungerà alla ciclabile del Foglia, passando per via Milano e via Gradara. Ma con una recente variante, i ciclisti non dovranno attraversare via Gradara, muovendosi così in sicurezza».

Approfondimenti sui progetti ciclabili su www.pesaromobilita.it e www.pesaronuoveopere.it

Fonte: estratto da un articolo di Thomas Delbianco pubblicato sui "Il Messaggero-Pesaro" del 17/07/2011.

Pesaro 0914 luogo di partecipazione: chi volesse informazioni e/o chiarimenti in merito agli articoli pubblicati nella colonna centrale della homepage (relativi all'attuazione del programma di mandato nelle varie deleghe assegnate agli assessorati), può scrivere a pesaro0914@comune.pesaro.pu.it.



Comune di Pesaro - P .iva: 00272430414 - contatti - Copyright © 2010-2014 - credits