Portale tematico del Comune di Pesaro dedicato
alla verifica dell'attuazione del programma di governo (Mandato 2009 - 2014)
Consiglio comunale
mercoledì 1 aprile 2020
pubblicata da 8 anni, il 16 novembre 2011 (mercoledì) alle 18:12

"Percorso nascita" sempre più a misura di donna: le novità in arrivo

Categoria: Altri Enti

Grazie all’integrazione tra Asur Area Vasta numero 1 e Ospedali Riuniti Marche Nord, potenziata l’assistenza e il sostegno alla mamma durante la gravidanza.

ospedaliriunitimarchenord

PESARO - La dolce attesa è ancora più dolce. Con il nuovo percorso nascita integrato tra Ospedale e Territorio tutto scivola senza difficoltà. Tre ecografie distribuite nel corso dei nove mesi di gravidanza già pronte e prenotate. “Non resta altro che presentarsi agli appuntamenti” spiega Giancarlo Giacomucci, responsabile dell’unità operativa Tutela, Salute Minori, Famiglia Donna del distretto sanitario di Pesaro (Asur Area Vasta n. 1 sede di Pesaro) che insieme al primario della Ginecologia e Ostetricia del presidio ospedaliero San Salvatore degli Ospedali Riuniti Marche Nord ha messo in fila le necessità delle donne con la finalità di tutelare la sicurezza e garantire un percorso di umanizzazione.

Le modalità sono semplici: tutte le donne residenti nei 9 comuni dell’ambito territoriale (Pesaro, Colbordolo, Gabicce, Gradara, Mombaroccio, Monteciccardo, Montelabbate, Tavullia e Sant'Angelo in Lizzola) appena accertata la gravidanza dovranno solo recarsi al distretto di via Nanterre munite di tre richieste ecografiche redatte dal medico di medicina generale e prenotare la prima ecografia entro la 13° settimana. Effettuato questo esame verranno prenotate immediatamente le due successive al San Salvatore, quella del secondo e terzo trimestre. Un percorso garantito, immediato e completamente gratuito che consentirà alle donne di concentrare tutte le risorse in un’unica direzione: godersi la gravidanza e la crescita del bambino.
 
“La realtà pesarese è dominata da un grande utilizzo della libera professione – commenta Giancarlo Giacomucci -. Va bene se riflette una libera scelta, non va bene se è l’unica scappatoia per effettuare esami e controlli in sicurezza. Per questo abbiamo potenziato e riscritto il percorso nascita che ci consentirà di assistere, dall’inizio alla fine, le donne in gravidanza”. “Attraverso il percorso ecografico – incalza Marabini – la donna viene confortata sull’andamento della gravidanza con notevoli vantaggi psicologici. E proprio per migliorare ulteriormente questo viaggio, oltre alla già avviata reintroduzione del parto indolore, entro il 2012 avremo il nuovo blocco travaglio parto con quattro stanze singole, e terminerà la ristrutturazione del reparto con stanze a due letti, bagno autonomo e ambienti più accoglienti. Entro gennaio – conclude il primario del San Salvatore - l’introduzione del b-test per la valutazione del rischio genetico. Si tratta di un’indagine recente, non prevista dal decreto Bindi, ma che insieme alla villocentesi e amniocentesi chiude il cerchio delle ricerche genetiche prenatali”. “Un percorso che risponde pienamente alle linee guida nazionali – conclude Maria Capalbo, direttore direttore dell’Area Vasta n.1 -, che ridisegnano il sistema dell’assistenza alla madre e al bambino su due assi fondamentali, ospedale e territorio, per una presa in carico globale e continua della donna”.

Fonte: Ufficio Stampa Ospedali Riuniti Marche Nord

Pesaro 0914 luogo di partecipazione: chi volesse informazioni e/o chiarimenti in merito agli articoli pubblicati nella colonna centrale della homepage (relativi all'attuazione del programma di mandato nelle varie deleghe assegnate agli assessorati), può scrivere a pesaro0914@comune.pesaro.pu.it.



Comune di Pesaro - P .iva: 00272430414 - contatti - Copyright © 2010-2014 - credits